Roger Federer: “Devo difendere molti punti questo mese”

Roger Federer: “Devo difendere molti punti questo mese”

Lo svizzero conferma la propria voglia di brillare nel primo mese dell’anno, in cui deve difendere il titolo della Hopman Cup e quello ben più importante degli Australian Open.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Due sono state le finali di Hopman Cup disputate da Roger Federer: la prima con Martina Hingis nel 2001, la seconda diciassette stagioni dopo in coppia con Belinda Bencic. Ora, in questa edizione 2019, il team svizzero deve difendere la corona: l’impresa è iniziata nei migliore dei modi, con un sonoro 3-0 al Regno Unito. Dal canto suo, Federer ha lasciato per strada solo 2 game, dimostrandosi ancora una volta ingiocabile a Perth.
“Credo che difendere il titolo sia più facile che vincerlo la prima volta. Infatti, non bisogna più scoprire cosa serve per arrivarci, si conosce già il cammino e si hanno delle sicurezze. E’ stato un grande inizio, ma dobbiamo lavorare ancora molto per raggiungere la vittoria finale”, ha detto lo svizzero nell’intervista dopo la partita vinta contro Cameron Norrie.
La vittoria con Cameron è stata buona, di grande qualità, dobbiamo continuare così. Mi rende felice vedermi giocare così bene, ho giocato davvero una partita meravigliosa. Anche Norrie credo abbia giocato un buon match, certamente non al livello di quello con Tsitsipas”.

All’orizzonte si proiettano molti impegni in questo mese australiano, anche se i fan sono tutti concentrati sul sapere cosa farà Federer nel mese di aprile: tornerà a giocare sulla terra? “Indian Wells, Miami e la stagione su terra non sono di certo dietro l’angolo; ho ancora molto tempo per decidere il da farsi in quei mesi: in fondo non è ancora finito il 2018. Non succede niente se ci metto un po’ di più a prendere una decisione”, ha confermato il numero 3 al mondo, che conclude dicendo: “Ho molto da difendere già ora a gennaio, ma sono pronto”.

Fonte: puntodebreak.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy