Roger Federer : “Lleyton Hewitt mi ha reso un giocatore migliore”

Roger Federer : “Lleyton Hewitt mi ha reso un giocatore migliore”

Il campione di Basilea , guarito dall’influenza e pronto per Melbourne, rivela ai media come la rivalità con Lleyton lo abbia reso un giocatore migliore.

Commenta per primo!

King Roger incontra i media per la prima volta nell’edizione 2016 dello Slam Down Under. Immediatamente , lo svizzero rassicura tutti: il suo stato di salute è molto migliorato.
“Sto meglio, sì. La tosse e il raffreddore sono andati via al 90%. Sono felice perché in questi ultimi giorni mi sono allenato normalmente, aiutato dal fatto che da giovedì sino ad ora sono stato sempre meglio “.

OLY12 HEWITT FEDERER TRAINING
Uno dei temi che ha toccato Roger, e che è sembrato stargli molto a cuore, è stato senza dubbio il suo rapporto con Lleyton Hewitt, qui all’ultimo Slam della carriera.
L’australiano è stato senza dubbio il suo primo grande rivale: “Si, la mia prima rivalità è stata contro di lui e contro Roddick.. Ma era diverso con Lleyton . Mi piaceva giocare anche con Ferrero e Safin,ma con Lleyton era qualcosa di speciale, non c’è dubbio su questo. Come con Roddick, lui mi ha aiutato a capire meglio il mio gioco e sicuramente mi ha reso un giocatore migliore. Ho apprezzato molto le battaglie con lui e gli auguro ogni bene per il futuro “.

federer brisbane 7

Il predominio dei “Big four” è un altro tema toccato da Roger che , ancora una volta, ribadisce il suo pensiero in proposito ed inserisce il suo connazionale Wawrinka tra i grandi nomi del circuito:
“Sì, io continuo a pensare che questi ragazzi stanno giocando bene. Ma, naturalmente, Novak merita una piccola stella accanto al suo nome in questo momento, perché ha fatto davvero molto bene. Lo stesso vale per Stan; ha vinto uno Slam nelle ultime due stagioni ed è a caccia del terzo “.

roger basilea

Domani il diciassette volte volte campione Slam esordirà a Melbourne contro Nikoloz Basilashvili ,un giocatore di cui si sa poco.
“Non lo conosco molto bene quindi cerchiamo di vedere come va. In questo momento sono più concentrato sul mio gioco, la mia salute è buona ora e questo è stato fondamentale. Prenderò alcuni suggerimenti da Ivan e da Severin, ma credo che la cosa importante sarà il modo in cui sto giocando .
Penso davvero che l’Australian Open sia uno torneo in cui i giocatori sono davvero ispirati. Ho sempre giocato bene qui, non so se si tratta di condizioni o la velocità di superficie, ma so che per me è un buon posto per iniziare l’anno. Quindi cerchiamo di vedere come va. La preseason è andata bene, non ho avuto battute d’arresto, cosa questa molto importante e sono stato in grado di lavorare duro”.
Federer , però, è reduce dalla sconfitta in finale a Brisbane contro Milos Raonic.Proprio Raonic è l’ex allievo del suo attuale allenatore, Ivan Ljubicic, un uomo che è entrato nel team svizzero dallo scorso dicembre.
Ricordo che Stefan proprio qui, l’anno scorso, mi disse che il 2015 sarebbe stato il suo ultimo anno. Ivan, in realtà , l’ho contattato alla fine dell’anno. Quando mi ha detto che con Milos non avrebbe continuato gli ho chiesto se fosse disponibile, anche se consideravo al tempo stesso altre opzioni. Alla fine mi ha detto che sarebbe stato felice di allenarmi ed ha accettato “.

federer brisbane 9

All’’orizzonte si profila, come sempre, un duello ipotetico con Novak Djokovic; questa volta sarebbe in semifinale:
“L’anno scorso ho fatto abbastanza bene contro Novak, ma ho sempre creduto che ci sono cose nuove che si possono imparare, a patto che si sia sempre ben motivati. Una persona come Ivan può aiutarmi molto in questo. Io da solo non posso fare molto, ho bisogno del mio team per spingermi più avanti di quell’1%,, 5% o 10%. Ho bisogno di loro per questo, poiché non vivo lo stesso stato d’animo ogni giorno “.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy