Roger Federer: “Pensavo che avrei vinto, per Madrid e Roma deciderò a breve”

Roger Federer: “Pensavo che avrei vinto, per Madrid e Roma deciderò a breve”

Lo svizzero numero tre del mondo parla della sua sconfitta di ieri contro Jo-Wilfried Tsonga analizzando tattica e quello che serve per migliorare ancora sulla terra battuta. Gli appassionati fremono per sapere se giocherà Madrid e Roma, ma Federer tranquillizza: “In 10-15 giorni deciderò”

Roger Federer lascia Monte Carlo con qualche rimpianto ma con molti meno dubbi di quando ha cominciato questo torneo. Lo svizzero ha perso 7-5 al terzo set contro Jo Wilfried Tsonga e, secondo lui stesso, è stato un incontro imprevedibile: “Credo che il match abbia avuto alcuni punti di svolta. Forse eravamo un po’ altalenanti. Ci siamo incontrati un paio di volte qui e spesso cerchiamo di colpire con il nostro servizio. Abbiamo provato a farlo anche oggi, io nel primo set, lui nel secondo. Il terzo è stato equilibrato per tutto il tempo, forse ho avuto una piccola chance nel primo game. Quando mi sono arrabbiato ho pensato ‘avevo tre dritti da giocare in buona posizione, li ho persi tutti’. E’ difficile rimanere calmi“.

Federer è sorpreso del risultato: “Pensavo che avrei vinto dopo il primo set. Forse l’ho pensato anche all’inizio del terzo, ma non importa così tanto. E’ stato un buon torneo, un buon match, esattamente ciò che speravo. Credo che avrei potuto fare meglio in risposta, ma analizzerò che cosa ho fatto bene, le tattiche, con il mio coach. Dovrà dirmi se ho bisogno di fare qualche aggiustamento, sono molto contento del modo in cui ho giocato, il rovescio sta lavorando bene, il dritto c’è, forse il mio servizio è ancora altalenante. Specialmente sulla terra, tornano indietro più palle. Devo passare più ore sul campo, sto rispondendo molto meglio, meglio di qualsiasi altro inizio di stagione sulla terra. Non so se è per la nuova racchetta: la terrò e il mio servizio migliorerà man mano che giocherò più partite“.

Il direttore del torneo di Estoril ha detto che avrebbe tenuto una wild card per lui fino all’ultimo secondo, ma Roger non giocherà: “Non giocherò le prossime due settimane. E per quanto riguarda Madrid deciderò in dieci giorni a partire da adesso. E per Roma in quindici giorni da ora“. E poi spiega che cosa farà nelle prossime settimane: “Saprò di più domani a mezzogiorno. Vedrò come mi sentirò, come mi sveglierò. Dovrò vedere come starà il mio ginocchio e il mio corpo, è importante vedere come il tuo corpo reagisce dopo un match di due ore e dieci minuti. Dopo parlerò con Seve e Pierre e mi incontrerò con Ivan. Potrei decidere di allenarmi ancora un po’ qui perchè in Svizzera il tempo non è granchè, non so. Ho alcune cose da fare all’inizio della prossima settimana. Ogni allenamento è pianificato con Pierre Paganini per la forma fisica. Sarà metà fisico, metà tennis“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy