Roger Federer e il ritorno al Roland Garros, un’ipotesi concreta?

Roger Federer e il ritorno al Roland Garros, un’ipotesi concreta?

L’assenza di concorrenza e le difficili condizioni fisiche di Nadal hanno aperto clamorosi scenari per Roger Federer, che potrebbe decidere di andare alla conquista del suo secondo Open di Francia.

di Pierluigi Serra, @pierluigi_serra

Mentre i suoi rivali si trovano a combattere contro infortuni e acciacchi fisici e i giovani faticano a trovare continuità di risultati, Roger Federer, a 36 anni, continua ad essere il punto di riferimento del tennis mondiale e, al momento, il dominatore assoluto del circuito ATP. Dato questo scenario, un ritorno di Federer sulla terra del Roland Garros appare molto meno improbabile di quanto potesse sembrare appena un anno fa; lo svizzero, infatti, potrebbe avere l’irripetibile opportunità di bissare il successo del 2009.

“Tornare al Roland Garros sarebbe un sogno”, ha dichiarato in una recente intervista per RMC Sports. “Ma non so, deciderò dopo Indian Wells. Dipende da come mi sentirò, è molto più di una decisione, è la decisione dell’anno. È lo spartiacque della stagione, è un cambio di superficie”.

Indubbiamente, quando si parla di Roland Garros, è impossibile non considerare Rafael Nadal il favorito numero uno. I problemi fisici dello spagnolo, tuttavia, lasciano più di qualche dubbio sulla reale pericolosità e competitività di Rafa da qui alla fine della stagione. Gli infortuni all’anca sono sempre molto delicati da trattare e difficili da superare senza ricadute, come dimostrato dalle terribili difficoltà dello scozzese Andy Murray.

Nadal è stato costretto a dare forfait ad Acapulco, a Indian Wells e a Miami proprio a causa del riacutizzarsi del problema all’anca sofferto nella semifinale degli Australian Open. “Ciò che Rafa ha è una lesione del muscolo flessore dell’anca”, ha affermato a gennaio il medico Cotorro al quotidiano spagnolo El Espanol. “Si è infiammato, provocando una lesione intramuscolare di primo grado. Il tendine non è infiammato, quindi le previsioni sono buone. Logicamente bisognerà essere cauti per due o tre settimane, con riposo e fisioterapia. Poi a poco a poco potremo riprendere l’attività fisica”.

Tuttavia, anche se Nadal riuscirà a tornare in forma per l’Open di Francia, non è detto che lo spagnolo potrà essere subito competitivo su alti livelli, come dimostrato dall’ultima edizione degli Australian Open, caratterizzata dai ritorni infelici di Wawrinka e Djokovic; proprio questi ultimi due, tra l’altro, sembrano molto più vicini di Nadal al pieno recupero fisico. La concorrenza dei giovani Dimitrov, Kyrgios e Zverev, poi, non sembra impensierire più di tanto un Federer in continua ascesa, qualche preoccupazione in più potrebbe arrivargli dalla minaccia di alcuni veterani, come Marin Cilic e Juan Martin Del Potro, capaci di battere lo svizzero in più di un’occasione.

L’ultima apparizione di Federer al Roland Garros risale ai quarti di finale del 2015, dove fu sconfitto dal connazionale Stan Wawrinka. Tante cose sono cambiate da quella primavera di tre anni fa; risulta, dunque, molto difficile immaginare come il nuovo tennis di Roger, ancora più offensivo e rapido, possa applicarsi alla terra battuta. Una cosa, però, è assolutamente innegabile, le possibilità di vittoria dello svizzero sono più concrete che mai; starà a lui decidere se è giunto il momento di rimettersi in gioco e tentare l’ennesima impresa della sua carriera.

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Milena Ginocchio - 5 mesi fa

    GRANDE ROGER!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Gianni Bracciaferri - 5 mesi fa

    Non credo,per me a seconda dello stato di forma forse proverà al limite montecarlo e roma che sono gli unici trofei che non ha mai vinto,ma siamo nel campo delle migliori dlele ipotesi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mario Mondelli - 5 mesi fa

    Ciro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ciro Mondelli - 5 mesi fa

      Non scherziamo.. Nadal sta già ad 11

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Natalia Oldani - 5 mesi fa

    Spero di no!!! Però la scelta è sua. Ma è inutile forzare il suo corpo per giocare un torneo che non gli piace tanto neanche. Poi c’è Wimbledon dopo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Andrea Deibianchi - 5 mesi fa

    Non lo fare e vinci Wimbledon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Mirko Aschiero - 5 mesi fa

    Leggende come lui e nadal “condizione fisica permettendo” non dovrebbero farsi mancare nessuno dei 4 Slam! Spero faccia R.G. quest’anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Se Nadal e in forma,Roger può sognare di vincere il Roland GARROS.in terra comandano gli espagnoli e sono i migliori!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Davide Ferrari - 5 mesi fa

    Vince…perché sa pianificare le sue performance..se gli altri hanno infortuni è perché vanno oltre il loro potenziale…Federer è unico per talento longevità tipologia di gioco..gli altri sono giocatori lui è il tennis …con buona pace di tutti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Lasciaglielo ai pallettari spagnoli….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Roberto Valvieri - 5 mesi fa

    Potrebbe essere un’occasione unica questa…a Wimbledon non è mica scritto che vince.
    Io punterei sul rg

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Elena Poggi - 5 mesi fa

    Che ci provi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mark Otto - 5 mesi fa

    È stato migliore degli altri, oltre che di braccio, anche fisicamente. Vi auguro tanta pace e poco livore. Il goat è ancora tra noi, con la sua pianificazione impeccabile, la sua grandezza e longevità. Spiacente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Mirko Cappilati - 5 mesi fa

    Ma perche ogni volta che si parla di FEDERER cominciare il discorso con MANCANZA DI CONCORRENZA E CONDIZZIONI FISICHE DI NADAL. Come per dire che vince non per bravura ma per fortuna?e quando mancava lui o NADAL gli altri allora?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

    Piace vincere facile? Ahahah… adesso mi mangiano i tifosi di RF

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mirko Cappilati - 5 mesi fa

      Contenta te nelle cazzate che dici contenti tutti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

      Lo sapevo ahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

      Io ho solo letto articolo dice assenza di concorrenza Nadal non in forma……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

      Due più due , visto che ultimamente non giocava più RollanGarros …. ma sempre con leggerezza non sono contro Roger

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Mirko Cappilati - 5 mesi fa

      Il poblema e che ogni volta quelli contro ROGER dicono sempre cattiverie.quest’anno che agli Australia Open sono rientrati certi big immagino che ha vinto perché non erano in forma.quando è ritornato FEDERER ha vinto di tutto e più. Ci sarà un motivo.Non costa niente ammettere che è il più forte di sempre.subito dopo ce NADAL. Ma a 37 anni e ancora lui da battere

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Mirko Cappilati - 5 mesi fa

      Comunque è un mio pensiero.ho amici tifosi di NADAL che ammettono che è ROGER il più forte.Comunque fin che ci saranno ROGER e NADAL il tennis sarà magia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. Roberto Valvieri - 5 mesi fa

      Mirko Cappilati che roger sia il più forte nn c’è dubbio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

      Mirko Cappilati concordo con loro il tennis è oltre la magia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    9. Viviana Colnaghi - 5 mesi fa

      Mirko Cappilati mai detto cattiverie contro Roger anche se non tifo per lui so che é un campione e lo ammiro al contrario ne ho lette tante su Rafa….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Renzo Ferreri - 5 mesi fa

    Sarò forse l’unico a dire che andare a Parigi è rischioso perchè nasconde molte insidie ed è ravvicinato con la stagione sull’erba. Se proprio Roger vuole giocare sulla terra, punterei a fare un masters 1000 tipo Montecarlo(sfruttando l’assenza dei big e le condizioni di Nadal che rientra dopo quasi 2 mesi di stop e potrebbe avere qualche problema come Roger a Stoccarda scorso anno) e conquistare uno dei 2 tornei che sono vuoti nella sua bacheca senza contare che si gioca al meglio dei 3 ed è molto distante da Halle e potrebbe riposarsi alla grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Libra - 5 mesi fa

      Si ma cambiare superficie di gioco è faticosissimo e comporta molti giorni se non settimane di preparazione. Fare tutto ciò per UN solo torneo non ha senso. Se lo farà dovrebbe almeno giocare Montecarlo, Roma e RG.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Enrico Filippini - 5 mesi fa

      Mi sembra molto interessante. Rimango pero’convinto che giocare contro questi pallettari sulla terra potrebbe essere assai insidioso per fisico e risultato…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Silvio Mia - 5 mesi fa

    Secondo me, sarebbe un errore. Federer ha nel DNA, Wimbledon e le energie spese a Parigi, dove comunque difficilmente riuscirebbe a vincere, sarebbero difficilmente recuperabili in vista di un altro Slam dove si gioca 3 su 5

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Angela Serusi - 5 mesi fa

    Diego Indennimeo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy