Roger Federer: un viaggio fotografico nella vita del campione

Roger Federer: un viaggio fotografico nella vita del campione

Un campione unico, con una storia alle spalle. Andiamo a scoprire i luoghi e le persone care a Roger Federer con questo viaggio fotografico

Roger Federer, un nome, una leggenda. Lo svizzero, grazie anche alla Coppa Davis conquistata lo scorso mese è entrato ancor più nella storia del tennis mondiale, forse come nessun altro ha mai fatto.
Come tutti i grandi, però, anche lo svizzero ha una storia passata, intrecciata tra le stradine di montagna della Svizzera, sua terra natale, passando per idoli e persone che l’hanno aiutato nella sua scalata verso l’Olimpo del grande tennis.

Con questo viaggio fotografico, andiamo a ripercorrere alcuni dei posti e delle persone più care e significative per Roger.

IL QUARTIERE DI MUNCHENSTEIN
quartiere munche
Via Wasserhauss a Basilea, quartiere dove Roger è cresciuto fin da bambino, a un chilometro dal St. Jakob Hall che ospita il torneo ATP annuale in quel di Basilea.

CASA FEDERER
primi anni
Ecco la casa in cui Roger ha vissuto i primi anni di vita, coi genitori a Basilea, nel quartiere di Münchenstein.

TENNIS CLUB

tennis club
L’Old Boys Tennis Club situato nel quartiere di Bachletten a Basilea ha visto le prime mosse di Roger Federer in un campo da tennis, a partire dall’età di 8 anni.

PRIME COMPETIZIONI COL TENNIS CLUB
prime competizioni
Le prime competizioni con il Tennis Club non tardano ad arrivare. Roger (all’estrema destra nella foto) si farà già notare tra i migliori prospetti.

LA STANZA DI ROGER E L’IDOLO MICHAEL JORDAN
mj e trofei
Ecco qui invece un giovane Roger Federer ammirare i suoi trofei nella sua stanza, sullo sfondo della quale si intravede un poster di uno degli idoli di Roger da piccolo, Michael Jordan.

PRIMO ALLENATORE
primo allenatore
Dal 1991 al 1994 Peter Carter diede lezioni private a Roger Federer, intravedendone un grandissimo talento. I due divennero grandissimi amici, fino alla tragica morte dell’australiano.

PRIMA FINALE
prima finale
Febbraio 2000, sull’aereo di ritorno da Marsiglia. Roger ha appena perso la sua prima finale contro Marc Rosset.

LA STELLA DI SPALENBERG
stella
Via di Spalenberg, a Basilea. Ogni anno una personalità locale viene onorata da una targa. Nel 2008, dopo l’oro olimpico in doppio con Wawrinka, ne è stata dedicata una a Roger.

FEDERER E I FANS

peRFect
L’amore della gente per Roger Federer rimarrà per sempre nella storia. Qui, in occasione della sfida di Davis contro il Kazakistan, lo striscione che rispecchia l’essenza del tennis, peRFect, con le iniziali RF in rilievo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy