Ad Amburgo finale tra David Ferrer e Florian Mayer

Ad Amburgo finale tra David Ferrer e Florian Mayer

Un finalmente ritrovato David Ferrer se la vedrà con l’argentino Leonardo Mayer che, senza aver perso neanche un set , disputerà la sua prima finale in un ATP 500.

Saranno David Ferrer e Leonardo Mayer a disputare la finale dell’ATP 500 di Amburgo.
Le semifinali disputate oggi vedevano l’argentino Mayer opposto a Philipp Kohlschreiber , mentre il numero 6 del ranking e testa di serie numero 1 del torneo David Ferrer era opposto alla giovane sorpresa  Alexander Zverev.
Il primo match  ha visto ancora una volta prevalere l’argentino numero 46 del mondo in due set col punteggio di 7-5 6-4. Era questo il terzo incontro tra i due e , come nelle due precedenti volte, a prevalere è stata la solidità di Mayer il cui gioco risulta particolarmente difficile da affrontare per il tedesco. Già  dal principio Kohlschreiber appare piuttosto passivo e falloso concedendo a Mayer la possibilità di fare gioco , dettare il ritmo, entrare  in campo con facilità ; il tutto supportato da una buona percentuale di prime . Il servizio si rivelerà fondamentale per la vittoria dell’argentino che brekka al secondo gioco  portandosi poi sul 3-0. La reazione di Kohlschreiber arriva e , alzando i giri e cercando con maggior frequenza la profondità, il tedesco riesce a realizzare la sua rimonta portandosi sul 3 pari. Il set scivola sui binari di un sostanziale equilibrio , ma la sensazione è che il giocatore di casa non riesca a trovare la chiave per disinnescare il gioco dell’avversario; pur stringendolo spesso in diagonali strette sul dritto con successive variazioni di angolo, il bavarese si mostra sempre più falloso dell’avversario e sul 6-5 in favore di Mayer commette due errori gravi sbagliando prima un facile smash e poi un dritto a campo aperto. Il set è  così preda di Mayer . Nel secondo parziale il quadro non muta nella sostanza ; Kohlschreiber è alla ricerca  degli angoli giusti da cui far partire il suo rovescio lungolinea ed il dritto incrociato; vi riuscirà poche volte. Il set va quasi subito sui binari giusti per il sudamericano che brekka l’aversario. A Mayer  basterà mantenere i  i suoi turni al servizio, e lo farà senza affanni per conquistare il diritto a disputare la finale più importante della sua carriera, la prima di un ATP 500.
Non c’è stata partita nella seconda semifinale tra il veterano Ferrer ed il giovane Zverev . Sono bastati 57 minuti per mettere fine alla bellissima cavalcata del diciassettenne nativo proprio di Amburgo che , fino ad oggi, aveva stupito per personalità ed esplosività del gioco. Un 6-0 6-1 che , nonostante le parole di incoraggiamento dello spagnolo a fine match,  fanno capire che il potenziale del giovane tedesco è buono  , ma che il lavoro da fare è ancora tanto. Opposto ad un top ten, che peraltro si annunciava  non nella sua forma migliore, Zverev non è  mai sceso in campo; sicuramente ha  pagato dazio ad  una comprensibile emozione , ed è finito  letteralmente surclassato da un Ferrer in formato super.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy