Sascha Zverev: “Per noi giovani è tutto complicato”

Sascha Zverev: “Per noi giovani è tutto complicato”

Alex Zverev in una recente intervista ha parlato delle pressioni che lui ed i suoi coetanei ricevono, spesso nonostante i buoni risultati. Sascha ha dichiarato di esserne abituato, visto che gli accade ormai da molti anni.

di Luciano Nocera

Sascha Zverev è il Next Gen più forte che ci sia, ma questo non vuol dire che non abbia avuto problematiche nell’arrivare alla Top10 o pressioni difficili da gestire da parte dei tifosi. Secondo il teutonico, tutti i giovani di buone prospettive stanno ricevendo continue pressioni, nonostante i buoni risultati: “Credo che ci siano parecchi giovani tennisti che hanno giocato un’ottima stagione, per esempio Tsitsipas, Khachanov, Medvedev e Shapovalov. Io ho avuto la capacità di vincere partite importanti in tornei prestigiosi, ma questo non vuol dire che per me (ma anche per gli altri) sia una situazione semplice da gestire. Io sono abituato ad essere il più piccolo in determinate situazioni, sin dai tornei junior, infatti, mi ritrovo a giocare in categorie superiori rispetto a quelle in cui dovrei essere vista la mia età, infatti, a 16 anni ero già nel circuito professionistico” ha affermato il campioncino tedesco.

Alexander ha continuato parlando delle sue ultime due stagioni e degli insegnamenti presi da suo fratello Mischa: “Una figura molto importante per la mia crescita è stata mio fratello Mischa. Durante la sua carriera ho assistito a vari errori che successivamente io ho imparato a non ripetere. Avere qualcuno in famiglia che ha già affrontato determinate situazioni, rende il tuo lavoro più semplice. Le ultime due stagioni sono state ottime, se dovessi scegliere la migliore delle due, direi senza dubbio il 2018, nonostante abbia vinto solamente un Master 1000. La mia scelta è dovuta al fatto che sono riuscito a confermare il mio ranking, migliorando anche vari aspetti del mio gioco. Inoltre, la stagione non è ancora terminata, mi aspetta il Master di Londra, uno dei tornei più prestigiosi del mondo in cui solo i migliori possono partecipare” ha concluso Sascha Zverev.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy