Shapovalov: “Ho il ghiaccio nelle vene!”

Shapovalov: “Ho il ghiaccio nelle vene!”

Il giovane canadese sconfigge al terzo set Sam Querrey al termine di un match spettacolare, qualificandosi per gli ottavi di finale del Miami Open, dove troverà Coric. Ed esalta la freddezza avuta nei momenti delicati del terzo set giocato contro l’americano

di Gabriele Congedo

Denis Shapovalov si è qualificato per gli ottavi di finale del Miami Open, in corso sui campi del Crandon Park Tennis Center di Key Biscane. Il 18enne nato a Tel Aviv ha avuto la meglio in tre set dello statunitense Sam Querrey, testa di serie n. 11 del torneo, in un match in cui il terzo parziale è valso da solo il costo del biglietto, per spettacolarità e suspence.

Dopo aver vinto il primo set e perso il secondo, nel parziale decisivo Shapovalov ha fatto il bello ed il cattivo tempo, un po’ come successo nel primo match contro Troicki, alternando a errori gratuiti e doppi falli (12 in totale) ace e vincenti spettacolari, rimanendo aggrappato alla partita con tenacia. Sotto di un break all’inizio del set decisivo, il canadese è stato bravo a recuperare subito, dopodichè, nei successivi turni di battuta, Querrey ha tenuto il suo servizio abbastanza agevolmente, mentre il giovane Denis ha faticato sul proprio, annullando un totale di ben 7 palle break, ma riuscendo con le unghie e con i denti a non farsi più breakkare e a portarsi avanti sul 6/5. E a quel punto, con Querrey al servizio per portare il match al tie-break, Shapovalov si è improvvisamente procurato due match point, e alla prima occasione ha chiuso l’incontro.

Sul match point, dopo che Querrey ha messo in rete l’ultimo rovescio, Shapovalov si è toccato il braccio sinistro con la racchetta urlando: “I’ve got ice in my veins!”, ossia “ho il ghiaccio nelle vene”, riferendosi probabilmente alla freddezza e lucidità che ha saputo mantenere nei momenti più delicati, salvando numerose palle break sul proprio servizio. Agli ottavi di finale, Shapo troverà Borna Coric, che dopo la semifinale di Indian Wells, continua a far bene anche a Miami, avendo battuto nel match di terzo turno di ieri Jack Sock in 3 set.

Al termine del suo match, Shapovalov, il più giovane tennista rimasto nel tabellone, ha dichiarato: E’ stato un match davvero duro, ho lottato su ogni punto e sono veramente felice di aver vinto; Sam è un tennista incredibile, quindi per me questa vittoria vale tanto”. E pensare che, un anno fa in questo stesso periodo, Denis si barcamenava ancora nei tornei ATP Challenger ed era ancora fuori dalla top 150. Ma con questo successo, il 18enne canadese avanza per la seconda volta in carriera negli ottavi di un torneo Master 1000, dopo l’exploit dello scorso anno di Montreal che lo vide raggiungere addirittura la semifinale. Tornando al match contro Querrey, il Next Gen aggiunge: “Nel secondo e nel terzo set non stavo mettendo molte prime palle in campo; malgrado ciò, ho continuato a lottare punto su punto, e sono veramente fiero di come ho affrontato il match oggi”.

L’ottavo di finale tra Shapovalov e Coric sarà sicuramente uno dei più interessanti da vedere, e la dimostrazione che i Next Gen continuano, lentamente ma inesorabilmente, ad affacciarsi a palcoscenici sempre più prestigiosi.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mat Somma - 6 mesi fa

    Confermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy