Stagione della terra rossa al via, chi sarà il nuovo re?

Stagione della terra rossa al via, chi sarà il nuovo re?

Saranno 2 mesi di emozioni e partite sulla terra rossa, con i big che sono pronti a prendersi la scena, e con un punto di domanda: vi sarà realmente un favorito?

Commenta per primo!

Pronti e via, si parte con una nuova stagione della terra rossa, con i tornei di Houston e Marrakech, per 2 mesi da vivere tutti con il fiato sospeso, con i numerosi tornei che ci aspetteranno, per arrivare fino al grande appuntamento, il Roland Garros, dove Nadal è a caccia della décima vittoria a Parigi. Ma come arriveranno i big, e soprattutto, quali sono gli appuntamenti più importanti che ci aspetteranno?

PRIMO GRANDE APPUNTAMENTO, MONTECARLO – Dal 10 Aprile si parte con i tornei in America e Marocco, ma li non ci aspettiamo già di vedere la situazione e forma fisica dei big. Vedendo le teste di serie interessanti, ci sono da una parte Dimitrov in Marocco e da un’altra tutti gli americani nel torneo di Houston (Sock,Isner,Querrey), con l’aggiunta dei spagnoli Verdasco e Feliciano Lopez. Il primo vero appuntamento lo avremo con il Masters 1000 a Montecarlo, dove ritroveremo tutti i big, a partire da Djokovic e Murray, con purtroppo una assenza illustre, Roger Federer. Infatti lo svizzero salterà tutta la stagione della terra rossa, per arrivare solamente per il Roland Garros, scelta fatta per tenere a riposo il fisico dopo una prima parte di stagione memorabile e massacrante. Lo scorso anno vinse Nadal, che sicuramente è motivato a mille per cominciare a vincere qualche torneo sulla sua superficie, dopo 1 prima parte di stagione con 3 finali perse e molta delusione.

ATP 250-500 DA SEGUIRE- Subito dopo Montecarlo avremo 2 settimane di tornei di preparazione per i tornei che contano di Madrid e Roma, con Barcellona (24-30 Aprile) prima e Monaco di Baviera poi (1-7 Maggio), che per tradizione e importanza assomigliano ad un ATP 1000, in più ci saranno altri tornei sempre in queste 2 settimane dove ci sarà spazio per i giovani per scalare la classifica e mettersi in mostra, e per i nostri italiani infine vi è l’occasione di riuscire a prendersi qualche soddisfazione, con i tornei di Budapest (24-30 Aprile) ed Estoril e Istanbul (1-7 Maggio). Dopo 1 mese con molti tornei, potremo cominciare a fare un resoconto e valutare bene come sono i big del circuito, valutando soprattutto come saranno rientrati Djokovic e Murray.

PAZZO MAGGIO – Ci aspetta un pazzo maggio, dove fermarsi per un attimo è vietato, con i due soliti ATP 1000, in ordine Madrid e Roma, eventi importantissimi e di cartello con 2 settimane ricche di partite ed emozioni. Ma maggio non finisce qui! Infatti subito dopo, a 2 settimana dall’inizio del Roland Garros, il tennis si fermerà prima a Lione e poi Ginevra, dove sicuramente vedremo molte delle teste di serie in campo, a partire dal beniamino di casa Stan Wawrinka a Ginevra, detentore del titolo lo scorso anno battendo in finale Cilic in un match bellissimo.

ROLAND GARROS: CHI SARà IL NUOVO RE? – Dopo 2 mesi massacranti, ecco la tappa finale: Roland Garros. Da qui al 28 Maggio dare dei pronostici è difficile, ma sicuramente Rafael Nadal vorrà vincere finalmente il suo decimo titolo, che lo farebbe entrare nella storia di questo sport. Ma per Nadal sarà dura, perché la concorrenza è terrificante. La prima su tutte è sicuramente Roger Federer, che nonostante arriverà dopo 2 mesi di inattività, sarà molto più fresco e riposato rispetto alla compagnia, ma vi è da vedere anche il tabellone cosa dirà al tennista svizzero, dato che sicuramente crollerà di un paio di posizioni dopo questi 2 mesi, che potrebbero risultare decisive per un tabellone duro. Nole Djokovic e Murray sono altri ostacoli per il maiorchino, dove i numeri 1 e 2 del ranking sono i re della stagione passata della terra rossa, e se saranno in condizione, possono riconfermarsi. Stan Wawrinka, solita mina vagante, che in questi tornei, soprattutto sulla terra rossa, riesce ad esaltarsi e a dare il meglio di sé. Occhio anche a possibili outsider, a partire dalla nuova generazione, con Thiem (sulla terra lo scorso anno ha fatto dei risultati incredibili) e Kyrgios (in formissima e non ha voglia di fermarsi), con Raonic, Nishikori e Cilic (eliminato lo scorso anno in modo clamoroso da Trungelliti, avrà voglia di riscatto) che non staranno a guardare e saranno alla finestra. Insomma, ci aspetta una super stagione, dove la forza fisica e la tenuta fisica la faranno da padrone. Il bello arriva adesso!

rafa-roland-garros
Rafael Nadal, è lui il super favorito?

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy