Toni Nadal “Alleno la forza mentale di Rafa e cercheremo di vincere più Slam”

Toni Nadal “Alleno la forza mentale di Rafa e cercheremo di vincere più Slam”

Toni Nadal in un’intervista parla degli ultimi successi di Rafa e si dice favorevole al fatto che i test anti-doping siano resi pubblici.

1 Commento

Toni Nadal, che è tornato a Maiorca dopo la vittoria di Rafa a Barcellona, ha molto da dire  riguardo la vittoria di Rafa e della fiducia che il nipote sembra aver pian piano riconquistato

“Alleniamo la la forza mentale di Rafa. Nella vita tutto si può allenare” ha detto Toni, che ha anche rivelato di essere stato duro col nipote perché sapeva che poteva sopportarlo “Non sarei stato così duro con qualcuno che non fosse in grado di sopportare la pressione. Io credo che la fatica e il lavoro paghino.  Toni è stato coach di Rafa da quando era un bambino e alla domanda se sente di aver avuto un ruolo importante al suo successo risponde “Non so cosa dire, nel nostro caso tutto ha funzionato bene, altri continuano a cambiare allenatori e vanno bene lo stesso. L’aspetto migliore per quanto mi riguarda è il lato economico, non c’è allenatore più economico di me”

Toni ha anche enfatizzato il ruolo di Roger Federer e Novak Djokovic nella carriera di Rafa “Questi avversari ti portano a giocare meglio, ma non ti migliorano. Il numero di vittorie cresce ma non la qualità del tuo gioco. Nello sport non è tanto quanto sei bravo ma quanto vinci. Nessun dubbio, comunque, avrei preferito che Djokovic Federer e Murray non esistessero”

Toni ha anche criticato quelli che dicono che gli sportivi fanno sacrifici. Secondo Toni essere Top-Players richiede competizione, si, ma dire che i professionisti  fanno sacrifici è un po’ esagerato. Ha detto che per giocare bene ci vuole una bella mole di lavoro, ma che nel caso di Rafa non ha comportato alcun sacrificio.

In ultimo Toni si è espresso su Wimbledon. “E’ un torneo in cui Rafa non raggiunge i quarti dal 2011. Quando Rafa si fermò dopo Wimbledon a causa del ginocchio, gli dissi che nella vita non sono tutte rose e fiori e che doveva accettare la realtà. Quest’anno vedremo come va, speriamo bene. Cercheremo di vincere più Slam, non per superare Federer ma per essere soddisfatti del nostro lavoro”

Toni ha anche parlato della richiesta fatta dall’ITF di rendere pubblici i test anti doping di Rafa. “L’ho letto. Sarebbe tutto più facile se i test degli atleti fossero resi pubblici. Non sarebbe affatto una brutta idea, in questo modo la gente potrebbe controllare i risultati dei test”

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fabrizio Cesari - 9 mesi fa

    Vai zio Tony Ciao vediamo a Manacor

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy