Umago: la finale è Lorenzi-Rublev

Umago: la finale è Lorenzi-Rublev

Il 35enne italiano cerca il secondo titolo in carriera mentre per il 19enne russo sarebbe il primo in assoluto.

Commenta per primo!

Ci sono quaranta posizioni nel ranking ATP e quasi 16 anni di differenza tra i finalisti del Croatia Open di Umago. Il trentacinquenne Paolo Lorenzi (34) sfiderà stasera il diciannovenne Andrey Rublev (74) in un match che opporrà l’esperienza dell’italiano all’esuberanza del russo.

In un certo qual modo, Rublev deve ringraziare l’altro NextGen Borna Coric se avrà l’opportunità di conquistare il primo titolo in carriera nel circuito maggiore. Con il suo ritiro infatti, il croato di Zagabria ha lasciato un vuoto nel tabellone principale prontamente colmato da Andrey, che era stato eliminato al secondo turno delle qualificazioni da Attila Balazs. Fortunato sì, ma non più perdente, il russo ha cambiato marcia e messo in fila avversari di tutto rispetto sulla terra rossa come l’argentino Berlocq e il nostro Fognini, oltre allo slovacco Martin e, in semifinale, alla wild-card Ivan Dodig.

Dal canto suo però Lorenzi, n°4 del seeding ed entrato in gara con un bye, ha dimostrato di saper soffrire sia recuperando un set con Vesely che imponendosi ieri sera al connazionale Giannessi in una sfida più emozionante che bella sul piano tecnico. Questa per Paolo è la quarta finale ATP dopo quella conquistata l’anno scorso a Kitzbühel e quelle perse nel 2014 a San Paolo e quest’anno a Quito.

Anche se il bilancio stagionale vinte-perse di Lorenzi è tuttora negativo (19-21), sarebbe ingiusto sostenere che questa sia una stagione deludente per il romano, capace di superare un turno in tutti e tre gli slam e di cogliere, oltre alla già citata finale in Ecuador, la semifinale a Budapest e il titolo nel challenger di Caltanissetta.

Vertiginosa altresì l’ascesa di Rublev, partito in gennaio da n°152 del mondo e autore di ottimi risultati sia nei challenger (finale a Rennes, semifinale a Quimper e Irving) che nei major, in cui è sempre riuscito ad entrare nel main-draw passando dalle qualificazioni. Attualmente Andrey è sesto nella Race to Milan, ovvero la classifica che stabilirà i migliori otto Under 21 alla fine della stagione, e dopo Umago rafforzerà la sua posizione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy