Us Open: Nadal perde un set ma doma Coric. Tutto facile per Novak Djokovic. Si ritirano Monfils e Dolgopolov

Us Open: Nadal perde un set ma doma Coric. Tutto facile per Novak Djokovic. Si ritirano Monfils e Dolgopolov

È Rafael Nadal a uscire vittorioso dalla sfida generazionale contro Borna Coric. Lo spagnolo ha giocato decisamente meglio rispetto alle ultime prestazioni, e ha dominato tecnicamente il suo avversario, subendo un solo passaggio a vuoto che gli è costato il terzo set. Il numero 1 del mondo Novak Djokovic non ha avuto problemi contro il brasiliano Joao Souza, liquidandolo in tre rapidi parziali.

Comincia alla grande lo Us Open di Novak Djokovic. Il numero 1 del mondo, che va alla caccia del secondo titolo a New York e del decimo Slam, ha passeggiato sul brasiliano Joao Souza. Troppa la differenza in campo tra i due: Souza, nonostante un buon servizio, non è riuscito minimamente a tenere testa e a reggere il ritmo del suo avversario, cedendo per 6-1 6-1 6-1. La prima svolta arriva nel quarto gioco, con Nole che centra il primo break. Da questo momento parte il monologo del serbo, che domina gli a cambi e si impone agevolmente. Al secondo turno, Djokovic affronterà Andreas Haider-Maurer. L’austriaco ha eliminato a sorpresa il canadese Vasek Pospisil, compiendo una grande rimonta, e avendo la meglio per 6-4 3-6 6-7 6-0 6-1.

Nel match più interessante di giornata, Rafael Nadal ha donato le ambizioni del giovane Borna Coric. L’incontro suscitava molte aspettative per più motivi: i due si erano affrontati la prima e unica volta a Basile, lo scorso anno, quando a trionfare fu proprio il croato, che sfruttò la grande occasione di sfidare un Nadal fuori condizione per via dell’appendicite. Quest’oggi, però, la musica è cambiata. Il maiorchino, nonostante non sia ancora quello dei giorni migliori, è decisamente migliorato rispetto allo scorso anno, e lo ha dimostrato stanotte, mettendo in riga il suo avversario. Tutto è andato liscio per Rafa, che ha giocato molto bene col dritto, e si è mosso alla grande in campo. Coric invece ha provato a fare qualcosa per sorprendere lo spagnolo, ma alla fine si è dovuto arrendere. Nel primo parziale, la svolta arriva nel settimo gioco: alla prima occasione Nadal strappa il servizio al croato, e difende al meglio il vantaggio chiudere il set per 6-4. Più netta invece la seconda frazione, con Rafa che annulla completamente il tennis di Coric, ottenendo due break e di conseguenza il parziale. Nella terza frazione però qualcosa cambia: il croato prova ad anticipare i colpi, e dopo uno scambio di break ad inizio di set, riesce a scalfire la battuta del suo avversario nel decimo gioco, e conquista così il set per 6-4. Il croato ora è più in fiducia, e continua ad essere aggressivo. Nadal riesce a reggere e a rimanere attaccato nel punteggio, e il game decisivo è il settimo, che consegna all’iberico il break decisivo. Il numero 8 del mondo archivia poi la pratica per 6-4.

Bene anche David Ferrer. Lo spagnolo, al rientro nel circuito dopo un infortunio che lo ha tenuto fuori per quasi due mesi, è riuscito a salvarsi dopo una partenza complicata. Il suo avversario era Albot, che nonostante la ghiotta chance non è riuscito a superare la grinta e la determinazione dell’iberico. Nella prima frazione entrambi riescono a togliere il servizio al proprio rivale, ma il primo ad allungare è Albot, che si aggiudica così il set per 6-4. Il secondo set è molto combattuto, ma alla fine è  Ferrer a spuntarla con il punteggio di 7-5. Lo spagnolo tira così un sospiro di sollievo, e da questo momento domina il match i lungo e in largo, avendo la meglio per 6-1 6-0.

Gael Monfils e Alexander Dolgopolov si aggiungono alla lunga lista dei giocatori costretti al ritiro. Il francese ha alzato bandiera bianca nella sfida che lo vedeva opposto all’ucraino Marchenko. Dopo un primo set agevole, il transalpino si è distratto, subendo così un break e cedendo il secondo parziale. Nella terza frazione, poi, Monfils ha accusato un problema fisico, e sotto 5-0 ha deciso di ritirarsi, lasciando la strada libera al suo  avversario, che nel secondo incontro affronterà Stakhovsky. Dolgopolov invece ha mollato sotto di un set contro l’australiano Sam Groth, sul punteggio di 6-4 1-6 5-7.

Da sottolineare i successi di Carreno Busta su Janowicz, e di Roberto Bautista Agut sul francese Herbert, recente finalista a Winston-Salem. Avanzano anche Schwartzman, Cuevas, Gabashvili e Krajinovic.

I risultati:

[1] N. Djokovic b. J. Souza 6-1 6-1 6-1
[8] R. Nadal b. B. Coric 6-4 6-2 4-6 6-4
I. Marchenko b. [16] G. Monfils 2-6 6-4 5-0 rit.
[7] D. Ferrer b. R. Albot 4-6 7-5 6-1 6-0
P. Carreno Busta b. J. Janowicz 6-3 4-6 6-2 6-4
[23] R. Bautista Agut b. P. Herbert 6-3 6-2 7-6(7)
S. Groth b. A. Dolgpolov 4-6 6-1 7-5 rit.
A. Haider Maurer b. V. Pospisil 6-4 3-6 6-7 6-0 6-1
D. Shwartzman b. E. Ymer 6-3 6-2 6-2
P. Cuevas b. D. Sela 6-2 3-6 6-4 6-1
T. Gabashvili b. P. Andujar 7-6(6) 4-6 6-4 rit.
F. Krajinovic b. A. Gonzalez 6-4 6-0 6-4

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy