Us Open, qualificazioni: Mathieu, Zverev e Rublev nel main draw, KO Fabbiano. Out Melanie Oudin

Us Open, qualificazioni: Mathieu, Zverev e Rublev nel main draw, KO Fabbiano. Out Melanie Oudin

Nella nottata italiana si è concluso il terzo round delle qualificazioni al tabellone principale degli US Open, ben 32 le partite disputate fra campo maschile e femminile.

Stanotte si sono disputati gli incontri finali di qualificazione degli Us Open 2015, che hanno così decretato il quadro completo del tabellone maschile e femminile. Delusione in casa Italia: l’ultimo italiano ancora in corsa, il 26enne Thomas Fabbiano, ha ceduto al terzo set contro il 23enne georgiano Nikoloz Basilashvili. Impresa della 19enne giapponese Mayo Hibi, che batte la rumena Sorana Cirstea e accede al primo turno del main draw, dove incontrerà la nostra Sara Errani.

UOMINI (Tabellone qualificazioni – Tabellone principale)

Il 33enne francese Paul-Henri Mathieu si sbarazza agilmente del colombiano Alejandro Falla con il punteggio di 6-2 3-6 6-1 e al primo turno del tabellone principale giocherà contro il prodigioso teen-ager Yoshihito Nishioka, che ha sconfitto con il punteggio di 6-2 0-6 7-5 il britannico classe ’95 Kyle Edmund.

Molto lottato il derby tedesco tra Alexander Zverev e Nils Langer: il teenager chiude sul 6-4, 6-7, 6-3, ad attenderlo al prossimo turno ci sarà un altro connazionale, il tedesco Philipp Kohlschreiber.  Vittoria in due set, invece, per l’argentivo Guido Pella impegnato contro lo statunitense di Long Island, Noah Rubin (6-4, 7-6): all’esordio nel main draw affronterà il campione uscente di Flashing Meadows, Marin Cilic.

Bene anche il veterano tedesco Michael Berrer, che estromette con un comodo 6-1 6-3 il russo Alan Karatsev: il 35enne di Stoccarda al prossimo turno affronterà un altro untratrentenne, il valenciano Tommy Robredo.

Vittoria sofferta, invece, quella del russo Nikoloz Basilashvili, che aggrappandosi al servizio riesce ad avere la meglio sul nostro Thomas Fabbiano, l’ultimo azzurro in corsa per il main draw, battuto con il punteggio di 6-4 4-6 6-1: al prossimo turno il tennista di Tbilisi affronterà l’iberico Feliciano Lopez.

Ottima vittoria anche per un altro veterano, il 34enne austriaco Jurgen Melzer (4-6 6-3 6-3 sul belga Kimmer Coppejans e sfida contro lo statunitense Denis Kudla al prossimo turno) e per l’australiano Matthew Ebden, che ha regolato in due set l’inglese Brydan Klein e che affronterà il bulgaro Grigor Dimitrov.

Tra gli altri, segnaliamo la vittoria della speranza russa Andrey Rublev (in tre set sul tedesco Peter Gojowczyk) che sfiderà il sudafricano Kevin Anderson e il netto successo del 19enne svedese Elias Ymer su Albert Montanes (esordio non impossibile contro l’argentino Schwartzman). Bene anche il colombiano Alejandro Gonzalez e l’ucraino Ilya Marchenko (next match contro Gael Monfils).

DONNE (Tabellone qualificazioni – Tabellone principale)

Incontro a due facce quello tra le due statunitensi Jessica Pegula e Melanie Oudin: Pegula, n. 257 del circuito Wta, chiude 7-6(8), 6-0 e spegne le speranze di un ritorno della Oudin, che proprio su questi campi aveva raggiunto i quarti di finale nel 2008, prima del problema al cuore che ha fermato la sua carriera; al prossimo turno Pegula affronterà la belga Van Uytvanck.

Incredibile sconfitta della kazaka Yaroslava Shvedova, 87 del ranking, fermata da Tereza Mrdeza; dopo 189 durissimi minuti, la croata classe 1990 porta a casa il match (5-7, 7-6, 7-6) e affronterà la russa Rodina nel main draw.

Passa col brivido Johanna Konta impegnata con l’austriaca Tamira Paszek (6-4, 3-6, 6-2): la britannica, che si è distinta durante i tornei sull’erba, affronterà la statunitense Louisa Kirico. Colpaccio dell’ellenica Maria Sakkari che regola Petra Matric con un doppio 6-4: fallosa ed imprecisa la croata (8 doppi falli e 8 gratuiti), al contrario della rivale sempre concentrata e dotata di una validissimo servizio (85% dei punti raccolti con la prima).

Game, set and match per l’estone Annett Kontaveit sull’inglese Naomi Broady (n. 170 del circuito) con lo score di 7-6, 2-6, 6-4: ad attenderla nel main draw c’è l’australiana Casey Dellacqua. La rediviva ucraina Kateryna Bondarenko si abbatte sulla malcapitata di turno Nao Hibino con un doppio 6-1 e affronterà la kazaka Yulia Putintseva.

Il duello fratricida fra le due “babies” Elizaveta Kulichkova e Daria Kasatkina se lo aggiudica la prima, n. 107ª del ranking, per 6-2, 6-4, che sfiderà la forte ucraina Elina Svitolina. Tutto ok per Kiki Bertens con Renata Voracocova: l’olandese chiude sul 6-0, 6-4, e al prossimo turno se la vedrà con la croata Lucic-Baroni.

La 26enne Alexandra Panova cede cinque giochi all’americana di origini cinesi Claire Liu (classe 2000): risultato finale 6-4, 6-1 e prossimo match contro la rumena Monica Niculescu. Fa ancora meglio Kateryna Kozlova doppio 6-1 alla connazionale Maryna Zanevska e match all’esordio contro la yankee Matte-Sands.

Fila liscio anche l’incontro della Ostapenko (6-3, 6-2) con la californiana Catherine “Cici” Bellis. La n. 182 del circuito Alizé Lim è costretta al ritiro con Laura Siegemund sul punteggio di 0-6, 0-2. La giapponese Mayo Hibi elimina invece la rumena Sorana Cirstea, da tempo in crisi di risultati, con un convincente doppio 6-4 e al prossimo turno affronterà la nostra Sara Errani.

Niente da fare per l’altra giapponese Misa Educhi che si arrende dinnanzi ad Aliaksandra Sasnovich (7-6, 2-6, 4-6). Libidine allo stato puro per i tifosi sugli spalti di fronte alla prestazione di Shelby Rogers, una delle beniamine di casa, che ottiene lo scalpo di Alla Kudryatseva (1-6, 6-2, 6-4). In chiusura, Anna Tatishvili si aggiudica l’incontro con la belga Ysaline Bonaventure; 6-1, 0-6, 6-2 il risultato finale e incontro al primo turno contro la ceca Karolina Pliskova. Finalmente, gli Us Open possono iniziare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy