A Lugano piove, ma a Van Uytvanck non interessa

A Lugano piove, ma a Van Uytvanck non interessa

Prima dell’interruzione, la belga ha perso in due parziali contro Fiona Ferro. Fuori anche la svizzera Teichmann.

di Jacopo Crivellari, @JacoCrivellari

DAL NOSTRO INVIATO – “Che novità”, diranno i (neanche tanto) ironici maligni. A Lugano il gioco è stato sospeso alle 14.55 di oggi per pioggia, ma la vera notizia è che si tratta della seconda volta in quattro giorni di torneo. Sì, solo due volte. L’anno scorso come oggi c’erano già state almeno una decina di interruzioni e almeno altrettante ore di gioco perse. Il risultato, come molti di voi ricorderanno, fu che giunti al venerdì in molte avevano giocato una sola partita pur essendo ancora nel torneo. Quest’anno, invece, siamo ancora lontani da quei livelli. Per ora.

Si è giocato dalle 11 di questa mattina, è vero, ma i risultati per ora sono solo due: Teichmann ha giocato il primo (e per ora unico) match sul Centrale ed ha perso nonostante i due match point a suo favore. Ad imporsi è stata Kundermetova (russa, classe ’97), autrice di una prova molto solida dal punto di vista mentale. Domani giocherà contro Rebecca Peterson per un posto tra le migliori quattro.

Sul campo uno, invece, deve dire addio al torneo la futura possibile campionessa Slam, ovvero Alison Van Uytvanck. Ho scritto che vincerà un major perchè lo ha detto in un’intervista suo padre, probabilmente dopo un (o due) bicchiere di vino di troppo, ad un portale belga. A proseguire l’avanzata è Fiona Ferro, francese del 1997 affacciatasi quest’anno al circuito maggiore nella sua interezza. Sfiderà colei che vincerà il derby svizzero tra Voegele e Golubic.

Per ora da Lugano è tutto. Vi lascio con una foto della televisione della sala stampa, che non è molto, ma è comunque un’immagine onesta (semi cit.). Perché col cavolo che con questo tempo esco solo per fare una foto che non contribuirà  neanche minimamente al mio Pulitzer. Col cavolo.

rain in lugano samsung open

Alle 17.30 il gioco è ripreso: sul Centrale Hercog ha rimontato un’ingenua Cirstea. La rumena non è stata capace di trovare con costanza il rovescio della rivale slovacca, e dritto contro dritto, sinceramente, c’è stata poca partita.

Il sole pareva timidamente apparso, ma è sparito in meno di un’ora e quindi la pioggia ha rifatto capolino sui campi di Viale Castagnola 10. Mentre scrivo sono le 19.31 e per oggi non si giocherà più. La speranza è che domani si possano disputare almeno i match che erano i programma per oggi (mancano all’appello Bacsinszky-Kuznetsova e Voegele-Golubic).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy