Agnieszka Radwanska, la maga torna a sorprendere

Agnieszka Radwanska, la maga torna a sorprendere

Dopo più di un anno di difficoltà, “Aga la maga” torna ad estasiare il pubblico con il suo tennis di tocco e precisione. A Miami abbiamo rivisto la polacca ad alti livelli, battendo in rimonta la numero uno del mondo Simona Halep.

di Andrea Lombardo

Un po’ tutti avevano perso la speranza di rivedere in campo una Radwanska in forma, la stessa che è riuscita a raggiungere la seconda posizione mondiale. Ed è proprio quando nessuno se lo aspettava che Aga la maga è tornata a sorprendere. E per farlo ha scelto un torneo importante, un Premier Mandatory che ha già vinto, in finale su Maria Sharapova.

Lo scorso anno Radwanska stessa aveva detto di sentirsi giovane mentalmente ma fisicamente “anziana”. Dopotutto, il suo tennis ha bisogno di una condizione fisica stratosferica per potersi esprimere al meglio. Un tennis fatto di variazioni, tocchi, discese a rete, colpi non potenti ma precisissimi. Nel 2017 Agnieszka ha dato precedenza alla sua vita privata, sposandosi con il connazionale Dawid Celt. Questa distrazione dal tennis, del tutto meritata dopo tanti anni al top, l’ha portata ad uscire dalla top 30.

635940047495715679-WilliamsVsRadwanska1866

Questo 2018, se possibile, è andato anche peggio della scorsa stagione. Sconfitte piuttosto nette contro Sachia Vickery e Camila Giorgi a inizio anno, la rimonta subita da Petra Kvitova a Doha, poi altre partite perse da Kasatkina e Osaka. Si tratta indubbiamente di giocatrici in gran forma quest’anno, ma la Radwanska delle scorse stagioni difficile avrebbe perso alcuni match, soprattutto in maniera così netta.

Arrivata a Miami con scarsa fiducia, debutta da testa di serie numero 30 contro Alison Van Uytvanck. La belga è un’avversaria ostica sul veloce, specialmente sui campi indoor: si prospettava quindi un match complicato per la polacca. Radwanska però non delude e riesce a vincere il match in due set.

Al secondo turno si prospettava un match sulla carta da sogno. Se fino a pochi mesi fa Halep – Radwanska poteva essere anche una finale in un Premier Mandatory, oggi è un terzo turno a causa del crollo in classifica dell’ex numero 2 al mondo. Halep, pur non avendo convinto recentemente, partiva con i favori del pronostico a causa delle grosse difficoltà di Radwanska. La vittoria del primo set aveva confermato questa tesi, ma da quel momento qualcosa si è inceppato nel gioco della romena, che ha iniziato a commettere troppi errori non forzati.

LA RIMONTA CONTRO HALEP – Minuto dopo minuto, la fiducia di Agnieszka è salita sempre di più, tanto che sembrava di rivedere la giocatrice che è rimasta per anni in top 10. I famosi “hot shot” della maga sono tornati, lob sulla riga, smorzate imprendibili in risposta e discese a rete come ai vecchi tempi.

Al prossimo turno la attende un match, se possibile, ancora più complicato contro Vika Azarenka. Anche questo match potrebbe dare spettacolo, tra due vecchie stelle che per motivi diversi adesso sono in difficoltà. Pronosticare un match del genere è molto complicato, ma ciò che gli appassionati del tennis sperano è di vedere nuovamente una Radwanska al top della forma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy