Anche Serena Williams ha scoperto chi è Naomi Ōsaka

Anche Serena Williams ha scoperto chi è Naomi Ōsaka

Il magic moment della giapponese continua. I postumi di un sorteggio da film…

di Alessandro Leva

La composizione del tabellone di Miami non avrebbe potuto riservare un primo turno migliore. La minore delle sorelle Williams contro la tennista del momento, quella Naomi Ōsaka che pochi giorni prima ha stupito tutti. La 20enne giapponese, fresca di titolo a Indian Wells, ha impiegato solamente 77 minuti per sconfiggere Serena, lasciandole complessivamente solo 5 giochi. 63 62 il punteggio finale a favore della Ōsaka, ma una partita che non ha lasciato indifferente la numero 22 del ranking. “Crescere sognando di essere come lei e poi trovartela davanti è una sensazione stranissima” – ha detto la Ōsaka nel post partita – “vuoi vincere a tutti i costi, ma allo stesso tempo vuoi anche impressionarla”. La giapponese ha confessato di non essere mai stata così nervosa prima di un incontro, ma proprio il fatto di aver di fronte un monumento come Serena le ha creato tensione. Nonostante questo, la Ōsaka è riuscita a trasformare il tutto in energia positiva ed il risultato si è visto sul campo. D’altro canto, va detto che quello di mercoledì è stato solo il quarto match della Williams dal suo ritorno in campo, e il sorteggio non è stato affatto benevolo con lei. Un “good job” dopo un colpo a rete e una stretta di mano col sorriso sono state le uniche esternazioni di Serena verso l’avversaria, mentre il resto se l’è tenuto per sé. Il viaggio della Ōsaka nel torneo di Miami, dunque, continua: la sua prossima avversaria sarà Svitolina, numero 4 del seeding, nel match che si disputerà presumibilmente nella giornata di domani.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Mangiarotti - 9 mesi fa

    La prossima numero uno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Massimo Mangiarotti - 9 mesi fa

    La prossima numero uno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy