Andreea Mitu, una nuova stella nella Città delle luci

Andreea Mitu, una nuova stella nella Città delle luci

In questi giorni si è fatta notare al pubblico del tennis mondiale guadagnandosi un posto tra le migliori 16 del Roland Garros: stiamo parlando di Cristina-Adreea Mitu, nata a Bucarest il 22 settembre 1991, che ha centrato per la prima volta in carriera l’accesso al quarto turno di un Grande Slam battendo in due set (7-5 6-4) la nostra Francesca Schiavone, regina di Parigi nel 2010.
mitu

La 23enne rumena è stata introdotta al tennis alla tenera età di 7 anni dal papà, grande appassionato di questo sport, ed ora è allenata da Marius Cristian Onila.
Attualmente al numero 100 della classifica Wta, ma destinata a salire parecchie posizioni dopo l’exploit parigino, la Mitu è entrata tra i pro nel 2006 e nel corso degli anni ha ottenuto 14 successi nel circuito ITF, andando dal primo a Galati, nel 2007, contro la nostra Cristina Celani fino all’affermazione nel torneo brasiliano di Campinas di quest’anno, quando ha battuto l’australiana Olivia Rogowska.
Per Andreea Mitu anche un titolo in Italia, al torneo di Santa Margherita di Pula del 2014 quando ha avuto la meglio sulla spagnola Sara Sorribes Tormo.

Andreea_Mitu_-_Masters_de_Madrid_2015_-_11
Grazie al suo diritto potente e al suo dinamismo, quest’anno è entrata a far parte della rosa della nazionale rumena della Fed Cup facendosi notare battendo l’allora numero 6 del mondo Eugénie Bouchard 4-6 6-4 6-1 e contribuendo, in modo decisivo, alla promozione della Romania nel World Group 2016.


Domani affronterà l’altra sorpresa del torneo parigino, la belga Alison Van Uytvanck (numero 93 del ranking) che ha eliminato nel turno precedente l’idola di casa Kristina Mladenovic.

Antonio Pagliuso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy