Angelique Kerber è la nuova regina di Stanford. A Washington primo titolo in carriera per Stephens

Angelique Kerber è la nuova regina di Stanford. A Washington primo titolo in carriera per Stephens

La 27enne tedesca Angelique Kerber, dopo un match spettacolare, batte in tre set la ceca Karolina Pliskova conquistando il titolo del Premier di Stanford; quarto titolo della sua straordinaria stagione, dopo le affermazioni a Charleston, Stoccarda e Birmingham, quest’ultima proprio contro la neo numero 8 del mondo. Vittoria molto più netta, invece, quella di Sloane Stephens nel torneo casalingo di Washington, che batte la russa Pavlyuchenkova con il punteggio di 6-1 6-2.
Nella prima frazione la tennista di Brema ha la meglio, brekkando l’avversaria, un po’ claudicante alla caviglia destra, nel settimo e nono game chiudendo il parziale sul 6-3. Il secondo set è il festival dei break e dei controbreak: Angelique Kerber recupera per quattro volte il break di svantaggio, ma alla fine deve arrendersi alla Pliskova che riesce ad aggiudicarsi la frazione per 7-5.

388997-karolina-pliskova-forehand

Nel set decisivo la 23enne di Louny si porta avanti ancora di un break (3-2), ma viene nuovamente riagguantata dalla tedesca mancina. Gli errori non forzati per la ceca si susseguono e il match finisce con la Pliskova che spara in rete un dritto permettendo alla Kerber di alzare le braccia al cielo di Stanford per il suo quarto titolo dell’anno. La ceca non riesce a vendicare la sconfitta nella finale sull’erba di Birmingham andando, quindi, sotto 2-0 nel computo degli incontri in finale contro la tennista teutonica. Ad influire sul risultato finale sono stati i tanti errori della Pliskova (10 doppi falli e 52 errori gratuti) che così perde la quarta finale su cinque conquistate in questa sua buonissima stagione.

[fnc-sz-youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=InUbwBgY1iA” />

La tedesca, che oggi salirà all’undicesimo posto del ranking Wta, si prende la rivincita sullo scorso anno, quando venne battuta proprio nell’atto conclusivo da Serena Williams. Consolazione per Karolina Pliskova che entrerà per la prima volta nella top 10, salendo all’ottavo gradino della graduatoria.

Stanford Classic – Stanford (USA) – Wta Premier – Finale

A. Kerber b. K. Pliskova 6-3 5-7 6-4

Match decisamente a senso unico, invece, quello della finale del torneo Wta International di Washington, che ha visto trionfare la tennista di casa Sloane Stephens sulla russa Anastasia Pavlyuchenkova con un nettissimo 6-1 6-2. Il primo titolo per la 22enne di Plantation arriva in modo inatteso, dopo un lungo periodo di alti e (molti) bassi dal punto di vista professionale, tra brucianti sconfitte e cambi ripetuti di allenatore.

Nel torneo casalingo, Stephens è riuscita a convincere, ritrovando quel tennis potente e vario che aveva mostrato al mondo per la prima volta nel 2013, il suo anno migliore, senza perdere nemmeno un set. Dopo aver battuto l’australiana Samantha Stosur in semifinale, Sloane è partita in quarta fin da subito contro la Pavlyuchenkova, demolendola piano piano in un match quasi senza storia.

A senso unico il primo set, mentre nel secondo parziale la russa è brava a spingere e mantenere un equilibrio iniziale; la russa, ex
Sloane, per quello che ha fatto vedere questa settimana, si presenta come una delle possibili outsider nella stagione nordamericana, per ritrovare la propria strada di campionessa che, per diverso tempo, sembrava aver perduto.

Citi Open – Washington (USA) – Wta International – Finale
S. Stephens b. A. Pavlyuchenkova 6-1 6-2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy