Australian Open Cibulkova – Li la finale che non ti aspetti

Australian Open Cibulkova – Li la finale che non ti aspetti

La slovacca e la cinese daranno vita ad una finale inedita, Li è la favorita ma attenti alla Cibulkova. di Lorenza Paolucci

1608910_10201176656154633_189076892_n

La finale di questi Australian Open è di quelle che non ti aspetti, fuori tutte le big Serena, Azarenka e Sharapova, il titolo se lo contenderanno la cinese Na Li e la slovacca Dominika Cibulkova. La vera sorpresa tra le due è sicuramente la Cibulkova che ha portato per la prima volta nella storia una giocatrice slovacca ad una finale Slam, dopo averla sfiorata a Parigi nel 2009. E’ partita n.24 del mondo ha fatto fuori Schiavone ma soprattutto Sharapova e Radwaska e soffiato così la top 20 a Flavia Pennetta con la quale ha vinto un torneo di doppio.
Dominika è una graziosa ragazza di 24 anni (25 a maggio), alta 1,60 cm, meno di Sara Errani, sempre sorridente fuori e dentro il campo. Ha un gioco d’attacco che non lascia respiro e che è stato fatale ad Agnese Radwaska, per la talentuosa polacca ancora uno scivolone Slam. E’ ottima in tutti i fondamentali e cerca molto il vincente, anche a costo di sbagliare, il fatto è che spesso lo trova.
La cinese Na Li invece non ha bisogno di presentazioni, è alla sua quarta finale Slam, una sola ne ha vinta ai danni purtroppo della nostra Francesca Schiavone nel 2011. Il difetto della cinese e di non giocare spesso come sa, per questo tra le prime della classifica WTA è la più “abbordabile” da affrontare ma non ora in Australia. Ha rischiato di essere estromessa al terzo turno dalla ceca Safarova che ha mandato fuori un rovescio di cinque centimetri sul match point ma da allora è cresciuta ed ha giocato in modo praticamente perfetto. Ne sa qualcosa Flavia Pennetta impotente di fronte a tanta foga e sfortunata di fatto a trovarsi di fronte nei quarti la tennista più in forma di questo torneo. La cinese è lontana parente anche di quella che trionfò a Parigi contro Francesca, quando era incerta sul dritto, sbagliava le risposte al servizio ed a rete aveva mille difficoltà, pur restando sempre un muro da fondo campo. Se si conta poi che sul cemento i suoi colpi sono molto più incisivi e che si vorrà vendicare della sfortunata finale persa a Melbourne lo scorso anno (quando ebbe problemi alle caviglie e alla testa), allora la favorita n.1 è senza dubbio lei.
I precedenti dicono 4 a 0 per per la cinese ma Dominika ha superato già Sharapova e Radwaska, è in piena fiducia e non ha nulla da perdere.
La partita è tutta da giocare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy