Australian Open donne, le dichiarazioni del Day 4

Australian Open donne, le dichiarazioni del Day 4

accedono alla seconda settimana anche Agnieszka Radwanska, Petra Kvitova e Vika Azarenka, la quale ha battuto il due facili set la Wozniacki. Ad aprire la giornata è stata la polacca numero 6 del mondo, e cominceremo proprio con lei la nostra raccolta di dichiarazioni.

Siamo giunti alla quarta giornata degli Open d’Australia, e questo vuol dire che oggi si sono svolti i secondi turni della parte alta del tabellone. Per quanto riguarda il torneo femminile, oltre alle vittorie delle sorelle Williams e della Giorgi, accedono alla seconda settimana anche Agnieszka Radwanska, Petra Kvitova e Vika Azarenka, la quale ha battuto il due facili set la Wozniacki. Ad aprire la giornata è stata  la polacca numero 6 del mondo, e cominceremo proprio con lei la nostra raccolta di dichiarazioni.

“Ho giocato davvero una grande partita” ha detto Aga dopo aver battuto 6-0 6-1 la svedere Larsson. “Sono stata aggressiva fin dall’inizio, e questo mi ha giovato molto, soprattutto visto il caldo di oggi. Sono contenta di aver chiuso il match rapidamente, risparmiare energie è una delle cose più importanti.”.

La Radwanska si è poi espressa sulla sua prossima avversaria, la croata classe 1993 Ajla Tomljanovic, e su ciò che si aspetta nel proseguo del torneo: “La Tomljanovic è una tennista molto interessante, una delle più promettenti del circuito. Tira molto forte ed ha un tennis solido. Penso che ce la giocheremo 50/50. Per quanto riguarda i prossimi giorni non ci penso. Sono concentrata partita per partita. So di aver raggiunto la semifinale nell’edizione passata, ma adesso si tratta di un nuovo anno, e sono cambiate molte cose. Ripeto, sono felice di aver vinto due partite in poco tempo, il che mi permette di essere fresca e preparata al meglio per il prossimo incontro.” La Radwanska, quindi, è parsa molto concentrata e decisa a fare del proprio meglio. Fin’ora è stata impeccabile, e dovrà continuare ad esserlo, visto che il livello delle avversarie si sta notevolmente alzando.

rad

Occupiamoci adesso di Petra Kvitova.

“Oggi faceva molto caldo, ho gestito bene la partita.” Queste le prime parole della ceca, che ha parlato prevalentemente della sua buona condizione fisica, ottenuta grazie ad un ottima preparazione. “. La ceca aggiunge: “Non sono sicura di poter gestire le cose come, per esempio, facevo l’anno scorso o due anni fa. Sono comunque contenta che tutto sia andato per il verso giusto. Certo, è sempre stato difficile respirare bene quando è veramente caldo. Mi sentivo po’ stanca dopo questa partita.”

Approfondisce anche il prossimo match che la vedrà impeganata con Madison Keys: “Certo, lei è una giocatrice migliore di quanto non fosse quando ci ho giocato contro a Tokyo. So che lei ha un grande servizio. Forse ha un gioco e un servizio simile a Venus. Quindi, sì, ho bisogno di servire bene e cercare di risponderle bene.”.

Il match clou della gioonata odierna è stato senz’altro quello disputato tra le ex numero 1 del mondo Vika Azarenka e Caroline Wozniacki conclusosi con la vittoria della bielorussa. Le sue dichiarazioni post-partita sono state le seguenti: “Penso che ci siano sempre cose che si possono migliorare, ma noto un grande progresso tra una partita e un’altra. Voglio solo provare a rimanere in questo percorso e continuare a crescere e a migliorare. “.

Dopo aver intrapreso con un giornalista un discorso sul proprio outfit torna a parlare della partita aggiungendo: “Penso che il mio gioco a rete è stato abbastanza buono oggi. Quando si gioca contro una top player come Caroline, lei è capace di fare praticamente qualsiasi cosa sul campo. Davvero, lei non ha intenzione di regalare nulla. Penso che sia necessario intensificare il livello di gioco per potersela battere contro una giocatrice come lei.”.

TENNIS-AUS-OPEN

Per contro la bella danese ha parole, oltre che di congratulazioni per l’avversaria, anche di rimorso per le chance da lei non sfruttate: “Vorrei avrei vinto. E’ troppo facile guardare indietro e dire: volevo aver fatto questo, vorrei aver vinto questo break point ecc.. Alla fine della partita ha giocato meglio di me oggi e me ne congratulo. Ho solo bisogno di tornare indietro e lavorare sodo. Siamo ancora all’inizio dell’anno. Così hanno ancora 10 mesi per compensare questo. Speriamo che questo possa essere un buon anno.”

Continua commentando il difficile sorteggio capitatole: ” C’è sempre un po ‘di fortuna nel sorteggio. A volte sulla carta sembra più difficile, ma sono avversari con cui ti piace giocare. Alla fine della giornata voglio dire, si può vedere che ci sono stati così tante uscite di scena clamorose. Non c’è niente di facile. Ma allo stesso tempo, sono sicuro che avrei potuto avere un sorteggio un po’ più facile.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy