Coco Vandeweghe: “La WTA non protegge le giocatrici”

Coco Vandeweghe: “La WTA non protegge le giocatrici”

La tennista statunitense si scaglia contro la WTA in quest’intervista alla ESPN.

di Andrea Rossi, @andrerossitweet

Alla ESPN la tennista americana Coco Vandeweghe ha duramente attaccato la WTA e i suoi interessi.

“Quando è stata fondata la WTA aveva come scopo di fare da intermezzo tra le giocatrici, una sorta di denominatore comune per tutelarle. Ora, purtroppo, non è più così. Ora i dirigenti pensano solo agli sponsor e ai tornei e dal loro punto di vista è anche corretto. Non c’è più nessun ente che ci protegga. La stagione è lunghissima e sfiancante, abbiamo bisogno di più tutele.”

Women's Singles - R4

La Vandeweghe parla anche del suo rapporto con Pete Cash: “Dopo aver perso a Wimbledon volevo tornare a casa, lo faccio sempre dopo aver perso una partita in uno slam. Lui mi ha tenuto li a vedere le altre vincere e ad allenarmi nel suo circolo. Odiavo stare li, ma mi ha resa molto più forte e matura.”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Massimo Mangiarotti - 6 mesi fa

    Brava tennista. Gran bella figliola. La più bella del circuito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy