Destanee Aiava: “All’inizio ero a disagio con un pubblico così grande”

Destanee Aiava: “All’inizio ero a disagio con un pubblico così grande”

Destanee Aiava, prossima ad entrare nella storia come la prima 2000 a prendere parte ad uno Slam, si è raccontata dopo il suo match d’esordio a -Brisbane di qualche giorno fa vinto contro Bethanie Mattek-Sands

1 Commento
Si avvicina il giorno dell’esordio ai prossimi Australian Open per Destanee Aiava, la sedicenne statunitense, prima giocatrice nata negli anni 2000 a partecipare ad un torneo dello Slam. L’avvicinamento procede nel migliore dei modi,  e infatti è riuscita ad entrare nel main draw del WTA di Brisbane e ad imporsi anche nel primo turno, ai danni della sua connazionale Bethanie Mattek-Sands al terzo set in un match sospeso per pioggia e disputato su due giorni.
ESORDIO CON VITTORIA –  Durante l’intervista post-partita, ha parlato delle sue sensazioni e dei suoi giorni in Australia. Si è detta molto soddisfatta per la sua prima vittoria in un tabellone principale, nonostante le difficoltà dovute all’emozione della prima volta e alla sosta forzata per il maltempo. Nella notte trascorsa in attesa di terminare la partita, è riuscita a rilassarsi ascoltando musica senza pensare troppo a quello che sarebbe accaduto il giorno seguente in campo. Questa concentrazione e forza mentale sembra derivare dal padre che lei definisce la sua “forza fuori dal rettangolo di gioco”, mentre in campo è allenata dalla mamma che la segue sempre durante i tornei e che la fa lavorare duramente per raggiungere gli obiettivi che si sta ponendo.
VOGLIA DA VENDERE – La dimostrazione palese del suo lavoro si è vista subito dopo la vittoria quando è tornata ad allenarsi per una ventina di minuti per provare soprattutto il servizio che durante il match non è stato sempre consistente. Il debutto nelle scene principali del circuito non è stato indolore, infatti, Des (così preferisce farsi chiamare) ha avuto molte difficoltà durante il primo set perché si è trovata spaesata in un contesto del genere con il numeroso pubblico presente. È riuscita comunque a concentrarsi sul suo tennis e a giocare più rilassata riuscendo persino a divertirsi quando la gente tifava per lei durante l’incontro.
SPOGLIATOI – L’ultima considerazione è per gli spogliatoi delle grandi strutture sportive dove si trovano i professionisti. Per Destenee è molto emozionante ed incredibile poter essere li ed incontrare i suoi idoli, che fino a poco tempo fa ammirava soltanto in TV. Da questo momento la pressione anche dei media sulla giovane giocatrice potrebbe aumentare, ma la cosa non sembra preoccuparla, anzi, appare divertita e pronta ad essere tra le protagoniste nel mondo del tennis al femminile.
Di Mirko Gianni
1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Matteo Feltrin - 2 mesi fa

    Articolo molto Interessante ed esaustivo! Complimenti a questa young gun e all’autore dell’articolo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy