Fit, ultimatum a Camila Giorgi: ‘O gioca in Fed Cup o dovrà restituirci 145mila euro’

Fit, ultimatum a Camila Giorgi: ‘O gioca in Fed Cup o dovrà restituirci 145mila euro’

Camila Giorgi ha tre giorni per decidere di accettare la convocazione ufficiale in Fed Cup nella sfida contro la Spagna. Oppure dovrà ridare indietro la somma che la Fit avrebbe dato alla tennista maceratese ricevuta come prestito d’onore.

Camila Giorgi ha soli tre giorni per cambiare idea, per tornare sui propri passi e decidere di prendere parte al prossimo incontro di Fed Cup in programma a fine aprile contro la Spagna. Altrimenti, dovrà restituire 145mila euro alla Federazione Italiana Tennis: questo l’ultimatum che la Fit ha dato alla tennista maceratese dopo la sua scelta di disertare il decisivo impegno con il team azzurro, per rimanere nel World Group I di Federation Cup, e partecipare invece alle qualificazioni del torneo Wta Premier di Stoccarda, in programma la stessa settimana. Ci sono tante supposizioni, ma nessuno conosce i reali motivi della rottura tra la giocatrice e la Federazione.

Come riporta il portale Sportface.it, l’ingente somma che la Giorgi dovrebbe restituire è il totale di quanto la tennista maceratese ha ricevuto dalla Fit come prestito d’onore, nonostante abbia accumulato un milione e 800mila euro in carriera. A questa somma si aggiunge un premio di poco più di 11mila euro incassato da Camila dopo aver raggiunto il secondo turno agli Internazionali BNL d’Italia nel 2014, quando era entrata nel main draw come wild card. A questa somma la Fit ha comunque escluso le somme elargite a fondo perduto, e cioè 55mila euro di premi Fed Cup e 125mila di rimborsi per l’attività dell’atleta. La scadenza dell’ultimatum è fissata a lunedì sera.

Giovedì la famiglia Giorgi ha avuto un colloquio con Sergio Palmieri, coordinatore del settore tecnico federale e direttore degli Internazionali Bnl d’Italia. Da lì la decisione dei Giorgi di “interrompere i rapporti con la Fit”, per concentrarsi sui tornei individuali e uscire da un momento complicato. E’ capitato che tenniste che hanno dato tanto al team azzurro come Pennetta, Schiavone, Errani e Vinci, abbiano goduto dell’esenzione dalla partecipazione nelle sfide di Fed Cup, ma pare che la più giovane Camila non possa ancora permettersi questo privilegio che le altre si sono conquistate in anni di ‘onorato servizio’.

Allo stato dei fatti, sembra molto improbabile che Camila cambi idea e decida di giocare in Fed Cup. Ma se tutto il male non vien per nuocere, l’assenza annunciata di Camila ha permesso la ‘reunion’ dell’ex coppia Sara Errani e Roberta Vinci per avere più di qualche chance di battere la Spagna di Garbine Muguruza e Carla Suarez Navarro. Non è un mistero che Errani e Vinci, dopo aver smesso di punto in bianco di giocare il doppio insieme, negli ultimi mesi hanno sempre fatto in modo di evitarsi (anche le ragioni di quest’altra rottura non sono stati rivelati). Ma per due tenniste che hanno dato tanto all’Italia come Sara e Roberta, il desiderio di sostenere la squadra è stato più forte degli screzi personali, e così Roberta Vinci (alle prese con un infortunio al tendine d’Achille) ha accettato la convocazione in Fed Cup insieme a Errani e Schiavone. Chissà che proprio il match contro la Spagna non sarà un’occasione per appianare i passati dissapori tra le Chichi’s e per convincerle che ritornare a giocare insieme non potrebbe essere solo un gran vantaggio per loro – un tempo n. 1 incontrastate nella categoria di doppio – ma anche per l’Italia, in vista di una possibile medaglia alle Olimpiadi di Rio de Janeiro, in programma ad agosto.

11 commenti

11 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Misheru Gahan D'Aurelio Ledger - 1 anno fa

    Bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario Corbelli - 1 anno fa

    Tra la Fit e il padre non c’è speranza per camila.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Massimo Miranda - 1 anno fa

    La fit. Sembra una scorreggia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alberto Ferrara - 1 anno fa

    Camila é una tennista forte e con potenzialità enormi, dovrebbe solo prendere una decisione importante, staccarsi dalla sua famiglia, dal padre padrone alla mamma che le le fa i completini. Insomma, dovrebbe fare quello che fanno tutti i tennisti normali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Patrizia Lopreiato - 1 anno fa

    Che pena che mi fate con questi pseudo titoli…che sfigati quelli della fit…lasciatela in pace!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Paolo Valerioti - 1 anno fa

    Che storie penose,a laurar barbun !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Riccardo Panzera - 1 anno fa

    Che poverata… Fateli pagare a Malagó che ogni anno cambia Maserati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Francesco Lionetti - 1 anno fa

    Peter Kama

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Luca Shalfi Dal Fitto - 1 anno fa

    Che teatrino penoso…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Pier Franco Parisi - 1 anno fa

    Padre coglione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Giampaolo Ferri Giampaolo - 1 anno fa

    il padre padrone della figlia ha venduto casa-auto e tutto quello che aveva, e’ pieno di debiti e sta rovinando la Camila anche tennisticamente

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy