Garbine Muguruza : “Nel tennis femminile le gambe e le gonne vendono più dello sport”

Garbine Muguruza : “Nel tennis femminile le gambe e le gonne vendono più dello sport”

La spagnola di origine venezuelana si racconta a El Mundo toccando vari temi , dal sessismo al doping.

Commenta per primo!

Garbine Muguruza è ormai una star della WTA e in molti le pronosticano un futuro da  numero 1.

La pressione è dunque salita vertiginosamente, ma la nativa di Caracas  non si sottrae al suo ruolo di protagonista, anzi.

Garbine  esprime chiaramente le sue opinioni   e tocca  questioni assai spinose; fatti e polemiche  che, ultimamente,  hanno scosso il mondo della racchetta.

L’iberica parte da un tema assai caro alle protagoniste del circuito femminile. Pochi giri di parole e dritta al punto:

“Nel tennis femminile  quel che tira di più è ancora la parte morbosa.  Le gambe e le gonne sono ciò che vende di più in questo sport. Sono fiduciosa, però,  che alla fine la situazione cambi. Spero si possa considerare normale il  successo del tennis femminile e si smetta di dire “più che giocar bene lei è “guapa” “.

Il sessismo nel tennis è una realtà, inutile nasconderlo.

garbi 2

Garbine  , a tal proposito, commenta anche  le dichiarazioni  del numero 1 del mondo Novak Djokovic; parole che tante polemiche hanno causato:

“Io non capisco perché lo ha fatto. Non si nega  che ancora oggi una  finale maschile riempia uno stadio più di  una femminile, tranne alcune eccezioni; ma si è migliorato molto, la distanza si è abbastanza ridotta”.

Ancora, la Muguruza tocca   l’argomento forse più delicato: il doping e il caso Sharapova.

L’iberica è convinta che il sistema di controlli stia funzionando:

“Io supporto  tutti i controlli necessari; fanno bene a tenere d’occhio tutti allo stesso modo, sia che siano stelle oppure no,” dice.

Poi, sul caso Masha  :

 “E’ stato scioccante; l’ho sempre considerata molto professionale. E ‘un punto di riferimento nel mondo del tennis e sono rimasta scioccata quando ha ammesso di aver  usato sostanze vietate.  E’ stato un bene che lo abbia detto pubblicamente, ma era sua piena responsabilità saperlo prima di prenderle. E’ stato un errore da parte sua e deve essere trattata come se fosse accaduto a qualsiasi altra persona. Questa è la prova che il sistema funziona”.

garbi 3

Infine, Garbine vira su  un argomento decisamente più leggero, ovvero il rapporto con le sue colleghe e la presunta difficoltà di avere amiche nel circuito:

“In realtà ho diverse  amiche nel  circuito, ma è un po’ difficile perché mentre magari stai raccontando fatti della  tua  vita  a una ragazza, al tempo stesso vuoi distruggerla in campo”.

Una situazione certamente non facile da vivere ma, cara  Garbine, anche questo fa parte del gioco.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy