Tris di Hantuchova a Pattaya, Petkovic conquista Anversa e torna in top-ten

Tris di Hantuchova a Pattaya, Petkovic conquista Anversa e torna in top-ten

Wta Pattaya, Anversa: Daniela Hantuchova ancora regina in Thailandia, dove conquista il suo terzo titolo contro la Tomljanovic. Ad Anversa successo a tavolino di Andrea Petkovic, per ritiro della Suarez Navarro. La tedesca, che ha perso nel match di esibizione contro la Clijsters, da domani tornerà in top-ten.

E’ Andrea Petkovic la nuova campionessa del BNP Paribas Fortis Diamond Games. La ventisettenne tedesca ha beneficiato del ritiro di Carla Suarez Navarro, che si è vista impossibilitata a scendere in campo per un forte dolore al collo che le impediva di servire. Una finale molto attesa e che sicuramente avrebbe offerto un bello spettacolo, ma che purtroppo non ha avuto luogo.

Tuttavia, per non lasciare gli spettatori senza tennis, gli organizzatori hanno deciso di far giocare un match di esibizione proprio tra Petkovic e la direttrice del torneo, Kim Clijsters. Kim e Andrea, visibilmente tranquille e con un gran bel sorriso, hanno dato vita ad una gradevole partita con un set unico, con tanti scambi e punti spettacolari da entrambe le parti. Il pubblico, visibilmente emozionato nel rivedere in campo la propria beniamina, non ha esitato a farsi sentire. Un break porta Andrea sul 3-2, ma la tedesca appare molto rilassata e priva di quella carica nervosa da vero match e si fa riprendere sul 3-3. Finisce 5-3 per la Clijsters, con tanto di abbraccio finale tra le due.

11004637_10205858571293764_2572120324152693243_o

Una finale meritata, voluta e sofferta per la tedesca, anche senza averla disputata; infatti il ritiro dell’avversaria non toglie nulla alla sua vittoria. Ha dovuto lavorare molto sia dal punto di vista mentale che fisico, pochi giorni dopo due maratone estenuanti in Fed Cup contro l’Australia, dove era stata assoluta protagonista riportando la sua Germania in semifinale contro la Russia.

Anche il torneo di Anversa era iniziato con una maratona, la più dura, al secondo turno contro la belga Alison Van Uytvanck: qui aveva salvato otto match point combattendo per 3 ore e 19 minuti, in quella che è la partita più lunga dell’anno fino ad ora. Quegli otto match point salvati restano significativi, perché nessuno li salvava in rotta verso un titolo WTA dal 2001.

10997714_10205858570653748_9189337482757126336_o

Nel suo cammino verso il titolo, altra vittoria sofferta ai quarti, almeno nel primo set contro Dominika Cibulkova, e poi in un altro match vinto di forza e con tanta caparbietà, in semifinale contro la ceca Barbora Zahlavova Strycova, in due tiebreak da cardiopalma. Sesto titolo in carriera dunque per la bella Andrea, che ha potuto rimirare e stringere tra le braccia solo nelle foto di rito la splendida racchetta di diamanti, che un giorno potrebbe diventare sua, se riuscisse a vincere il torneo una seconda volta nell’arco di tre anni. Doppia gioia per lei, che da lunedì tornerà ufficialmente in Top 10, dove mancava dal 2012, dopo i tanti innumerevoli infortuni.

10984711_10203768520909560_1703823803_n

Concluso oggi anche il torneo di Pattaya, dove ormai Daniela Hantuchova è diventata un ‘monumento’.
La tennista slovacca, 32 anni, oggi ha conquistato la sua terza vittoria nel torneo di Pattaya, dopo i titoli conquistati nel 2011 e 2012, battendo la tennista croata naturalizzata australiana Ajla Tomljanovic, con il punteggio di 3-6 6-3 6-4 in 2 ore e 28 minuti.

Daniela, che nell’evento della località thailandese vanta un bilancio impressionante di 16 vittorie a fronte di 1 sola sconfitta, agguanta così il suo settimo titolo in carriera e, grazie ai punti incamerati, ritorna in top 50 delle classifiche. Buona prestazione, nonostante la sconfitta, anche per la Tomjlanovic, che migliorerà il suo ranking, ora al n. 68, dopo essere giunta per la prima volta in finale in un torneo WTA.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy