ISTANBUL, DAY #4: NA LI SENZA AVVERSARIA, KVITOVA TROVA IL BANDOLO

ISTANBUL, DAY #4: NA LI SENZA AVVERSARIA, KVITOVA TROVA IL BANDOLO

Ultima giornata fase Round Robin
Petra Kvitova vince e passa
Na Li vince il girone, Aza si fa male
Per Sara una vittoria premio per la stagione

Commenta per primo!

La quarta giornata dei WTA Championship ha chiuso la fase dei round robin con due partite senza pathos e il match centrale in cui la ceca Petra Kvitova ha avuto il singolare privilegio di rimontare una Angelique Kerber che era arrivata a toccare la semifinale. Sara Errani vince il suo primo incontro grazie alla piega degli eventi e a una cazzimma indomabile.

La sfida tra Na Li e Victoria Azarenka ha largamente deluso le aspettative: la bielorussa ha completato una settimana da incubo con problemi alla schiena crescenti, iniziati con una pausa medica sul 2-3 dopo la quale il match è praticamente finito con Aza incapace di piegarsi lateralmente se non a prezzo di spasmi e che ha lasciato nove giochi su dieci all’avversaria. Ben pochi e poche si sarebbero sottoposte al supplizio che ha voluto percorrere Victoria invece di alzare subito bandiera bianca.

La seconda sfida, l’unica ad eliminazione diretta, non ha lesinato sorprese e ottimi colpi. Petra Kvitova è partita come un buldozer ma si è arenata sul 4-2 quando una combattente Kerber è riuscita a strappargli il primo set al tie break. La Kvitova ha avviato però la rimonta: il suo modus pensandi prevede quest’anno un più semplice approccio al match quando deve inerpicarsi da un set sotto conquistando il venticinquesimo incontro dell’anno al terzo set su trentasette prolungati e contraddicendo la statistica kerberiana di trentanove successi su 44 dopo aver vinto il primo parziale. Quasi un match con due vincitrici se si considera che la Kerber è arrivata a Istanbul grazie a un rush finale impressionante ed è arrivata a un passo da sfidare Na Li per la finale.

Infine in un match con solo punti WTA in palio Sara Errani ha ricevuto il premio per un torneo generoso da una Jelena Jankovic indecisa se fare sul serio o conservare energie per l’improba sfida che la attende domani.  Per la romagnola terzo posto finale nel girone.

I risultati di oggi

Gruppo bianco

Na Li (CIN) b. Victoria Azarenka (BIE) 6-2 6-1

Petra Kvitova (CEC) b. Angelique Kerber (GER) 6-7 (3) 6-2 6-3

Gruppo rosso

Sara Errani (ITA) b. Jelena Jankovic (SER) 6-4 6-4

Classifiche

classificafinale

E sabato le semifinali. Na Li contro Petra Kvitova rappresenta sicuramente la sfida più equilibrata. Le due tenniste si sono affrontate sei volte, due per anno dal 2011 a oggi sempre con un successo per parte. E’ la sfida che spezzerà l’equilibrio. Sul cemento Petra conduce due vittorie a una. Banalità esige di aggiungere che la Kvitova è forse più forte tecnicamente e la cinese, alla caccia di una vittoria che la porterebbe a uno storico n.3 per una asiatica, più forte mentalmente.

L’incontro tra Serena Williams e Jelena Jankovic appare invece molto più squilibrato. Nei dodici precedenti la statunitense conduce per sette vittorie a quattro ma la serba non vince da Roma 2004. Sul cemento cinque vittorie a tre. Serena, alla caccia del settantasettesimo successo stagionale dovrà comunque vigilare su una giocatrice avversaria capace di ogni exploit. Per assurdo è tatticamente un match molto più difficile dell’eventuale finale.

Il programma del sabato sarà completato dalle due semifinali del torneo di doppio.

Order of play

dalle 12.00

Nadia Petrova (RUS) & Katarina Srebotnik (SLO) vs. Su-Hwei Hsieh (TPE) & Shuai Peng (CIN)

a seguire

Li Na (CIN) vs. Petra Kvitova (CEC)

a seguire

Serena Williams (USA) vs. Jelena Jankovic (SER)

a seguire

Sara Errani (ITA) & Roberta Vinci (ITA) vs. Elena Vesnina (RUS) & Ekaterina Makarova (RUS)

na li win

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy