Johanna Konta: “Ho dovuto affrontare una crisi di nervi”

Johanna Konta: “Ho dovuto affrontare una crisi di nervi”

La britannica confessa di aver attraversato un periodo buio subendo un duro contraccolpo psicologico per la (doppia) mancata qualificazione per un soffio al Master di Singapore

3 commenti

È stato un duro colpo, una batosta pesantissima. Tutto è stato amplificato da quanto accaduto lo scorso anno. Praticamente un deja vu che si è trasformato in un incubo. La stagione è stata comunque positiva perché i risultati buoni non sono mancati. Quarti di finale all’Australian Open, semifinale a Wimbledon e vittoria al Premier Mandatory di Miami. Lo scorso anno fu un infortunio addominale a farle saltare le ultime 2 settimane permettendo a Svetlana Kuznetsona di realizzare la rimonta soffiandole il posto alle Finals in extremis. Nel 2017 la vicenda si è ripetuta in maniera quasi analoga, seppur meno a ridosso del finale di stagione. La rimonta di Caroline Garcia si è concretizzata nei tornei di Pechino e Wuhan. 1800 punti recuperati e un balzo dal n° 21 al n° 8 della race.

INFORTUNIO E STRESS – Questa volta a mettere fuori combattimento la Konta è stato un infortunio al piede. E’ vero però che in quel periodo i risultati già latitavano. “Ho avuto un esaurimento a causa dei troppo stress che ho accumulato nel tempo. Mi è mancato equilibrio. Non riuscivo a recuperare nei periodi di riposo” – ha detto a Sportmail – “Credo sia stato il prodotto di un insieme di fattori, come tutte le nuove esperienze vissute quest anno. Non avevo mai cominciato la stagione così in alto, top 10. Ho avvertito il peso delle responsabilità e non ho reagito come volevo. Per fortuna sono ancora lì e farò tesoro di quanto ho appreso cercando di gestirmi meglio”. Facendo riferimento al momento di debolezza ha rivelato: “Era la prima volta che andavo incontro ad una cosa del genere, non voglio vedere oltre a quello che c’è stato. Sto cercando di elaborare la stagione appena trascorsa come un insieme di esperienze, un unico bagaglio”.

Johanna Konta
Johanna Konta

SU GARCIA – Prosegue parlando della Garcia: “E’ una grande giocatrice, non mi sorprende affatto quello che ha fatto. Singapore rimane un mio obiettivo e spero di raggiungerlo al più presto. Ma ci sono tanti altri traguardi nell’arco della stagione che vorrei riuscire ad ottenere. Intanto adesso devo concentrarmi sulla prossima stagione. Dovrò farmi trovare pronta per la prima parte”. Infatti in Australia ci sono da difendere tanti punti, due belle cambiali in scadenza: Sidney 470 punti e Melbourne 430 punti.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Anir Anera - 3 settimane fa

    Un’ottima giocatrice che ha fatto i conti con l’inesperienza. Sono certa che recupererà per tornare ad essere una top ten.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Alfredo Orrico - 3 settimane fa

    You will overcome your problems Jo and ignore all stupid people trying to cause you trouble. Come on Jo91!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Moris Bonny - 3 settimane fa

    La fai venire a noi ogni volta che assistiamo al tuo rituale al servizio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy