Karolina Pliskova: “Essere n. 1 è una grossa responsabilità”

Karolina Pliskova: “Essere n. 1 è una grossa responsabilità”

La gioia della tennista ceca, che da lunedì diventerà la nuova primatista mondiale. È la sesta tennista diventata n. 1 nella storia del ranking Wta senza aver vinto uno Slam.

1 Commento

Karolina Pliskova, originaria di Louny (Repubblica Ceca) e classe ’92, con la sconfitta a Church Road della ex primatista tedesca Angelique Kerber per mano di Garbine Muguruza, sarà da lunedì prossimo la numero 1 del ranking WTA.

Nonostante Karolina diventi la sesta giocatrice a salire in vetta al ranking prima di conquistare un titolo Slam (Insieme a Clijsters, Mauresmo, Jankovic, Safina e Wozniacki) La Ceca è senza dubbio da oltre un anno a questa parte una delle protagoniste indiscusse del circuito. Comincia a farsi conoscere nel 2013, anno durante il quale conquista il primo titolo WTA per poi sfondare definitivamente il varco top 10 nel 2015, perdendo la finale del torneo di Stanford contro l’ormai ex n.1 Kerber.

Karolina Pliskova
Karolina Pliskova

Con i suoi 1.88 cm di altezza, uno dei servizi migliori del circuito e dei fondamentali tanto forti da intimidire, Karolina rimane stabilmente nella top 10, fino all’exploit definitivo nella semifinale dello Us Open 2016 dove batte Serena Williams raggiungendo la prima finale slam della carriera (persa contro la tedesca Angelique Kerber).

Nel 2017 raggiunge i quarti all’Australian Open e le semifinali al Roland Garros a conferma di un grande talento. Eliminata al secondo turno da Wimbledon, la ceca ha espresso tutta la sua gioia una volta venuta a conoscenza della notizia: “Mi ricorderò senza dubbio di questa giornata! Nonostante non stia festeggiando sul campo da tennis, sono diventata la numero uno al mondo. E ciò significa molto per me. Non riesco nemmeno a realizzare cosa è successo. Ho lavorato molto duramente come hanno fatto le persone che mi circondano. Grazie a tutti coloro che hanno creduto in me, e anche a quelli che hanno avuto dubbi. Essere la numero uno rappresenta per me una grande responsabilità. Sono consapevole di questo e prometto che farò del mio meglio per non deludere i miei tifosi. Spero che andrà tutto bene. Vorrei ringraziare ancora una volta la mia famiglia il mio team e le persone a me più vicine. Senza di voi non sarei dove sono”.

Gaetano Tallarigo

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Aniello Senna - 2 settimane fa

    che ha detto non ho capito

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy