Kimiko Date: “A 46 anni mi opero perché voglio tornare competitiva”

Kimiko Date: “A 46 anni mi opero perché voglio tornare competitiva”

La tennista di Kyoto, prodigio di longevità sportiva, non ha alcuna intenzione di mollare il tennis. “E’ una decisione importante, ma voglio tornare a stare bene per continuare a giocare”.

Kimiko Date-Krumm non finisce mai di stupire. La tennista giapponese, classe 1970, è l’esempio vivente che dimostra che con la volontà e l’impegno si può tutto. Di gran lunga la giocatrice più anziana nella top-200, ora n. 181 del ranking Wta, non ha alcuna intenzione di smettere.

Kimiko ha infatti dichiarato nelle ultime ore che intende sottoporsi a un intervento chirurgico per risolvere dei problemi al ginocchio, che da qualche tempo hanno influito sui suoi risultati. La giocatrice di Kyoto è ottimista e confida di tornare in forma e con la stessa fiducia di prima.

Non è sicuro che dopo l’intervento scompariranno i dolori al ginocchio, ma ho deciso comunque di operarmi. Senza dubbio è una decisione importante, ma sono ottimista e sono certa di tornare a competere!“.

Kimiko Date si è ritirata nel 1996, a soli 26 anni, dopo una carriera ricca di ottimi traguardi, come il best-ranking alla quarta posizione mondiale e le semifinali Slam raggiunte agli Australian Open, Roland Garros e Wimbledon. Dopo ben 12 anni, nel 2008, è tornata a competere nel circuito, spinta dal marito, il pilota automobilistico tedesco Michael Krumm. Nel 2009 ha vinto il torneo di Seul, battendo in finale Anabel Medina Garrigues; in questi ultimi anni ha sconfitto tenniste come Maria Sharapova e Nadia Petrova.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy