Madison Keys, la new-entry americana compie gli anni

Madison Keys, la new-entry americana compie gli anni

Ad appena diciannove anni la piccola Madison Keys è già entrata di prepotenza nel tennis che conta. Sembrerebbe un ossimoro vista la regalità e dolcezza con la quale si muove. Eppure è così visto che è lei che per il terzo anno consecutivo porta una teenager in una semifinale del torneo australiano, confermando così la tradizione.

Ad appena diciannove anni la piccola Madison Keys è già entrata di prepotenza nel tennis che conta. Sembrerebbe un ossimoro vista la regalità e dolcezza con la quale si muove. Eppure è così visto che è lei che per il terzo anno consecutivo porta una teenager in una semifinale del torneo australiano, confermando così la tradizione.

Per lei, neanche a dirlo, si tratta del miglior piazzamento in carriera in un torneo Major, dopo i secondi e terzi turni ottenuti negli altri Slam. A 19 anni sembra finalmente essere esplosa anche se la strada verso la conferma è ancora lunga e soprattutto tortuosa. Oggi ne compie 20 ma la sostanza non cambia. In Fed Cup è ancora coperta dai mostri sacri che prendono il nome di “sorelle Williams”, ma probabilmente già contro l’Italia, nei playoff, avrà modo di scendere in campo e mostrare il suo valore dando anche il suo apporto alla nazionale a stelle e strisce.

Ma chi è veramente Madison Keys? Andiamo a scoprire chi è la mulatta che sta sconvolgendo (in positivo, ci mancherebbe) il tennis femminile contemporaneo. La piccola “Mady” nasce a Rock Island il 17 febbraio 1995. Ad appena sei anni inizia a giocare già a livelli importanti, entrando a far parte della Chris Evert Academy. La ragazzina è molto precoce e vince a sorpresa il suo primo match WTA a 14 anni, diventando una delle più giovani tenniste a farlo.

keys

Nel 2011 fa il suo esordio nel tabellone principale di un grande Slam, aggiudicandosi una wild card del torneo. Il secondo turno ottenuto quell’anno fa brillare gli occhi a molti appassionati del tennis che vide in lei una futura promessa. Tra questi c’è proprio Chris Evert che ha fatto sapere: “ha sicuramente le potenzialità per essere top-cinque. Ha davvero la possibilità per diventare la numero 1. Di tutte le tenniste, è quella che arriva più vicino alla potenza di gioco di Serena.”.

Potrebbe essere una delle poche tenniste americane che potrà prendere il posto di quelle che sono state e sono ancora oggi le sorelle Williams. Il loro dominio è stato pressoché incontrastato in questi ultimi anni e Madison Keys, con il suo gioco potente, sicuramente rappresenterà un’ulteriore insidia per le prime giocatrici della categoria.

Il trionfo ottenuto nell’estate scorsa in quel di Eastbourne l’ha lanciata verso i primi quaranta posti del ranking. L’infortunio ottenuto pochi mesi dopo le tarpa un po’ le ali, senza pregiudicare comunque il percorso intrapreso fino ad allora. La federazione tennistica americana riporrà, giustamente, molta fiducia nella giovane giocatrice, affiancandola alle più esperte sorelle Williams.
keys
La vittoria ottenuta proprio contro Venus Williams in tre set sa proprio di questo ricambio generazionale in atto nel circuito femminile. Si spera per il bene di questo magnifico sport che Madison non si perda nell’impervio percorso del successo o, peggio ancora, nell’infausto purgatorio degli infortuni. Nel frattempo non possiamo fare altro che augurarle, oltre a una brillante carriera, i migliori auguri di buon compleanno. Ora che Mady non è più teenager deve dimostrare a tutti di saper mettere in pratica quanto di buono già fatto vedere.

Di Simone Marasi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy