Miami, Kuznetsova prima finalista

Miami, Kuznetsova prima finalista

La russa prosegue il suo magic moment, e supera in due set Timea Bacsinszky. Fra gli uomini Nishikori batte Monfils e vola in semifinale.

Commenta per primo!

“A volte ritornano…”, potrebbe essere il titolo adatto per parlare di Svetlana Kuznetsova, che dopo una carriera brillantissima, e superato il traguardo dei trenta, sembrava destinata a proseguire il suo lento e progressivo cammino verso il pensionamento.

Ovviamente si scherza, la russa attraversa un ottimo periodo di forma, e dopo aver eliminato Serena Williams, si guadagna l’ atto conclusivo di un torneo prestigioso come quello di Miami; in fondo nel panorama Wta del 2016, non si può più parlare di tenniste over trenta, la nostra Roberta Vinci e la stessa Serena, ne sono due esempi lampanti.

Si temeva che la Kuznetsova potesse accusare il peso della fatica, dei tanti set disputati fin qui, ma il campo ha chiarito subito ogni dubbio, proponendoci una Svetlana aggressiva fin dai primi scambi, e una Bacsinszky sprecona, che alla fine del primo parziale pagherà le cinque palle break non trasformate. È la Kuznetsova l’ unica a strappare il servizio, quando già ci si attendeva il tie-break, chiudendo sul 7-5.

Nella seconda frazione non cambia l’ andamento del match, e dopo un primo allungo della russa, prontamente recuperato dalla Bacsinszky, la Kuznetsova trova il secondo e definitivo break, sfruttando un servizio poco incisivo della Bacsinzsky, che non ha avuto percentuali entusiasmanti, finendo per avere la peggio.

nishi aca

In campo maschile il primo semifinalista è Kei Nishikori, che supera al tie-break del terzo set Gael Monfils, e attende ora il vincitore del match notturno fra Raonic e Kyrgios. Particolarmente combattuto l’ ultimo parziale, che sembrava destinato a non avere un vincitore, con il decimo e il dodicesimo game, letteralmente interminabili.

Succede di tutto, dopo che il nipponico rimette in parità il match, in un parziale durato quasi 80 minuti, è proprio Nishikori il primo a trovare il break, finendo per farsi raggiungere, e successivamente trovandosi costretto ad annullare cinque match-point a Monfils, tre dei quali consecutivi, durante un suo turno di servizio, riuscendo a trascinare il francese al tie-break, e infine a sconfiggerlo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy