Muguruza: “Darò il massimo per una medaglia”

Muguruza: “Darò il massimo per una medaglia”

La giovane spagnola affronta i suoi primi giochi con molta speranza e un triplo impegno: singolare, doppio femminile con Suarez Navarro e doppio misto con Nadal.

Mentre i giovani della sua età stanno passando queste vacanze tra festival, spiagge e villaggi turistici, lei si affanna per mettere a punto la sua competitività e il suo tennis in un’estate molto faticosa.

Già dimenticata la delusione di Wimbledon, ma con ancora lucido il ricordo della vittoria del Roland Garros, Garbine Muguruza ha riacquisito la voglia di competere, giocare e vincere. La tennista ispano-venezuelana è andata in California per iniziare la stagione nordamericana. La spagnola aveva in programma di giocare sia singolo che doppio a Montreal, ma dei problemi allo stomaco le hanno impedito di scendere in campo.

A Rio, dove le gare iniziano il 6 agosto, le sue ambizioni e il suo impegno si moltiplica per tre, poiché parteciperà al singolare, al doppio femminile con Carla Suarez e al doppio misto con Rafael Nadal. In tutti e tre i tabelloni, ovviamente, vuole arrivare al 14 agosto, ultimo giorno di competizioni tennistiche in Brasile. Lo sforzo sarà imponente, ma lo è anche la sua speranza di giocare bene sul palcoscenico più importante del mondo sportivo.

muguruza

Garbine, in un’intervista, ha risposto ad alcune domande sulle Olimpiadi:

Domanda:”Come te li immagini i giochi, l’ambiente, le attenzioni, gli altri sport?”

Garbine:”La verità è che partecipo con un sacco di speranza. Credo che l’ambiente sarà molto diverso da quello a cui siamo abituate. Non so cosa aspettarmi… Durante l’anno viaggi con il tuo team e a volte con la famiglia e gli amici, così immagino che tutto quello che vedrò sarà “super cool”. Poter stare nella Villa Olimpica sarà magnifico. Vedere altri sportivi… Sarà come stare nel Centro Nazionale, solo che con persone da tutto il mondo”.

D:”Che ricordi hai dei Giochi Olimpici?”

G: “Ne ho molti, come tutti. La cerimonia è sempre molto speciale, carica di emozioni, sogni sempre di poter essere lì.  poi ci sono un paio di giorni in cui ti siedi davanti alla televisione e vedi cosa ti propongono. Impari un mondo di sport minori. Ogni partecipante ha una storia fantastica di sacrifici e speranze, anche solo poter essere lì è un premio”.

TENNIS-FEDCUP-SRB-ESPD:”Sei interessata a conoscere uno sportivo in particolare?”

G:”Mi piacerebbe andare a vedere un sacco di sport, ma noi arriviamo la settimana prima, e il tennis inizia il sabato, cioè subito dopo la cerimonia di apertura. Inoltre, giocherò singolo, doppio con Carla e il misto con Rafa e quindi non credo che avrò molto tempo libero. La settimana successiva c’è il torneo di Cincinnati, però non si sa mai, vedremo come andrà. Ovviamente voglio far bene e conquistare una medaglia”.

D:”Com’è il tuo calendario in questo momento così complicato?”

G:”Per noi è molto difficile ora però, nel mio caso, farò di tutto per conquistare una medaglia. Subito dopo Rio ci sarà il torneo di Cincinnati e una settimana più tardi lo U.S. Open. Però non mi preoccupo, siamo abituate a quest’intensità e i giochi ci sono solo ogni quattro anni. Inoltre sono giovane, e per me è un privilegio fare quello che mi piace e poter viaggiare per il mondo”.

Fonte:abc.es

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy