Petra Kvitova: “Speciale cominciare sulla terra con un titolo”

Petra Kvitova: “Speciale cominciare sulla terra con un titolo”

La ceca esterna tutta la sua allegria dopo il titolo a Stoccarda: “Voglio vincere altri tornei su questa superficie”

di Filippo Gallino, @Pheeling7

La tennista ceca Petra Kvitova ha concesso un’intervista al sito web della WTA, in cui ha parlato del suo risultato nel Premier di Stoccarda, terminato con un’intensa vittoria in tre set sull’estone Annett Kontaveit.

È bellissimo poter alzare di nuovo un trofeo. Arrivavo da due finali perse negli ultimi mesi e, finalmente, sono riuscita a rompere questa maledizione. La terza volta è stata quella buona. Ho giocato una grande partita, vincere contro Kontaveit è sempre difficile. È migliorata moltissimo in questi ultimi mesi e sono felice di averla potuta battere in questa finale. Il mio servizio mi ha aiutato molto, senza dubbio è stata una delle chiavi di questo trionfo.

Kvitova ha confessato che durante la settimana ha dovuto superare partite complicatissime: “È davvero speciale cominciare il tour sulla terra battuta con una vittoria. Mi sono preparata con molta intensità in queste due ultime settimane per questo tipo di tornei. Durante gli ultimi giorni ho vinto partite complicate come quella contro Sevastova al secondo turno, un’autentica battaglia dove ha prevalso l’aspetto mentale. Non ho cominciato bene la partita e poterla ribaltare mi ha aiutato a vincere anche gli altri incontri. Primo torneo su terra e primo titolo, spero di continuare così.

La fatidica domanda sul Roland Garros è arrivata: può davvero Petra Kvitova vincere a Parigi? “Non possiamo pensare già al Roland Garros. Ci sono altri tornei che devo giocare e che voglio vincere. Mi piace giocare sulla terra ed è chiaro quello che ho ottenuto in passato, ma c’è da dire che il mio gioco si adatta meglio ai campi duri o all’erba. Su terra la palla rimbalza di più e devi sforzarti molto per vincere i punti, ma speriamo di poter ottenere grandi cose su questa superficie.

Infine, ha parlato del Mutua Madrid Open 2019, dove ha l’obbligo di difendere il titolo conquistato lo scorso anno: “Ora andrò a Madrid. È una delle cose speciali del tennis: tornare in un torneo dove hai vinto l’anno prima. Sono contenta di andare in Spagna dopo questo trionfo a Stoccarda e, come ho detto, mi darà molta motivazione. Madrid è un torneo spettacolare, in cui si respira un ambiente ottimo per il tennis“, ha concluso l’attuale numero 2 del mondo, che vede la distanza dalla prima posizione occupata da Naomi Osaka sempre più ridotta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy