Quale futuro per Roberta Vinci?

Quale futuro per Roberta Vinci?

Roberta Vinci si è separata, a sorpresa, dal suo coach storico Francesco Cinà, con il quale aveva instaurato un proficuo rapporto lavorativo da ben dieci anni. Cosa bisogna aspettarsi dalla giocatrice tarantina nei prossimi mesi?

Nella giornata di ieri Roberta Vinci ha deciso di porre fine al rapporto lavorativo che la legava a Francesco Cinà, coach storico della giocatrice azzurra, con il quale si allenava a Palermo dal 2007. Immediatamente il pensiero di addetti ai lavori e appassionati è andato ad un possibile ritiro della Vinci, ipotesi che, tuttora, rimane la più probabile.

Schermata 2017-10-01 alle 21.35.59

Il 2017 della trentaquattrenne pugliese, infatti, è stato decisamente negativo; il bilancio recita 10 vittorie e 13 uscite al primo turno, tra cui le quattro eliminazioni all’inizio degli Slam. Proprio in occasione della sconfitta al primo turno di Flushing Meadows, contro la futura vincitrice del torneo Sloane Stephens, Vinci non si era nascosta e aveva ammesso: “Il tennis non è più la mia priorità. Quali sono? Divertirsi e stare bene. Ormai giocare comporta tanti sacrifici, a 34 anni non ci si possono aspettare più tante cose”.

Le motivazioni, dunque, non sembrano più essere quelle dei tempi migliori e il crollo di risultati di qualità di gioco ne sono la diretta conseguenza. Un ritiro della Vinci sarebbe però una pessima notizia non solo per il già zoppicante movimento tennistico italiano, ma per l’intero circuito femminile; in un panorama come quello del tennis moderno, in cui l’evoluzione del gioco sembra andare sempre di più verso un’omologazione di stili e di schemi tattici, un tennis estroso e vario come quello di Roberta costituisce un patrimonio da difendere e preservare.

Tuttavia, se ci si dovesse basare solamente sui risultati, questa sembrerebbe essere la stagione giusta per appendere la racchetta al chiodo. La tarantina, però, non è nuova a questo tipo di situazioni; a fine 2015, infatti, aveva dichiarato che il 2016 sarebbe stato il suo ultimo anno nel circuito, ma nel novembre di quello stesso anno, con una splendida lettera indirizzata ai suoi tifosi, fece clamorosamente marcia indietro, dichiarandosi ancora troppo legata al tennis e alla competizione.

È molto difficile ipotizzare che una situazione del genere possa ripetersi, ma chissà che la giocatrice di Taranto non possa farci veramente un pensierino, magari chiedendo un consiglio alla sua cara amica Francesca Schiavone, capace, a 37 anni suonati, di mantenersi ancora in forma e competitiva sul campo (la vittoria nell’International di Bogotà di quest’anno è lì a testimoniarlo).

Una programmazione di tornei ben studiata e alleggerita e la collaborazione con un coach di secondo livello, magari part time, potrebbero permettere a Roberta di giocare uno o più anni e di togliersi ancora qualche piccola soddisfazione.

In attesa della decisone definitiva della Vinci, la redazione di Tennis Circus non può fare altro che ringraziare una giocatrice che ha fatto la storia del tennis italiano, sia per le sue grandi vittorie che per l’immensa grinta e tenacia che le hanno permesso di spingersi oltre i propri limiti, e augurarle tutto il meglio possibile per il proseguimento della sua vita tennistica e privata.

7 commenti

7 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Sereno William - 2 settimane fa

    Ritiro e Capitana Fed cup

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Trimonti Maurizio - 2 settimane fa

    Pensione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Personalmente adoro il suo tennis Old Style ma obiettivamente non è più una ragazzina e contro le macchine spara palle di oggi fredde e senza fantasia rischia di ripetere l’orrenda stagione 2017…forse è ora che saluti la WTA per quanto riguarda il singolare ma sarebbe splendido se facesse come la Hingins e si ritagliasse una seconda carriera solo in doppio visto che a rete è fortissima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Gianluca Santarelli - 2 settimane fa

    A casa a fare orecchiette!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Luca Dal Fitto - 2 settimane fa

    Smette

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pietro Vadalà - 3 settimane fa

    Se ha viglia di soffrire riuscira ancora a prendersi delle soddisfazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Ninel Si Mihaela Serbanoiu - 3 settimane fa

    Spero che Roby non abbia deciso di ritirarsi, sarebbe triste, dove l’ho rivedremo un tennis come il suo tanto rico e completo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy