Serena Williams, il Roland Garros e la tuta nera della discordia

Serena Williams, il Roland Garros e la tuta nera della discordia

Ha fatto scalpore a maggio quando l’ha indossata e torna a farlo pure ora: la tuta aderente nera indossata da Serena Williams nello slam parigino non smette di far parlare e dibattere.

di Jonathan Zucchetti, @J_Zucchetti

Il no della Federazione francese

Il ritorno sulla terra francese di Serena Williams aveva fatto scalpore più per l’outfit indossato che per il gioco: la tanto chiacchierata tuta nera indossata dalla americana, infatti, ritorna ad essere sulla bocca di tutti a tre mesi di distanza dal secondo slam stagionale. Tra gli oppositori, però, un nome risalta più di tutti, ed è proprio quello della federazione francese: “Bisogna rispettare il gioco e il luogo”, ha detto il presidente Bernard Giudicelli. “Credo”, continua il numero uno federale, “che a volte si sia andati troppo in là. La tuta di Serena di quest’anno per esempio, non sarà più accettata. Tutti vogliono godersi il momento: le emozioni si esaltano se veicolate da cose belle in un luogo altrettanto bello”.
“Penso che per il 2019 sia troppo tardi, in quanto le collezioni sono già state disegnate -conclude Giudicelli – ma chiederemo ai vari marchi di tenerci aggiornati”.

La tanto chiacchierata tuta di Serena Williams
La tanto chiacchierata tuta di Serena Williams

La risposta dell’americana

Ovviamente, le domande riguardo quell’outfit molto criticato non si sono fatte attendere nell’ultima conferenza stampa tenuta dalla campionessa americana. “Penso che gli slam possano fare assolutamente quello che vogliono.”, ha detto Serena, “Se sapessero che certe scelte vengono fatte per motivi di salute, però, non ci sarebbe la possibilità che fossero in disaccordo”.
Scherzando su questo fatto, Williams dice che non userà nuovamente la tuta perché nella moda non ci si può ripetere, e afferma di averla indossata a causa della sua salute dopo un parto difficile e i suoi problemi di embolie.

Il ritorno al tennis e quello a New York

Le domande sul tennis post-parto sono state immancabili, e ad esse Serena ha risposto dicendo: “Ho più fuoco nella pancia. E’ una sensazione strana. Pensavo che dopo aver partorito sarei stata più rilassata, ma non è affatto così”.
Le è stato poi chiesto se Olympia, la figlia, sarà presente a New York come lo era stata a Wimbledon, ma Serena ha negato: “E’ un viaggio molto lungo, e lei non ha un buon rapporto con la macchina”.
Nell’ultimo slam stagionale, l’ex numero 1 al mondo, a cui è stata conferita la testa di serie numero 17, esordirà contro la polacca Magda Linette. Riguardo il sentirsi la favorita del torneo dice: “Non so se lo sono, non so cosa succederà ma voglio giocare. Per essere la migliore bisogna battere tutte le giocatrici. Non mi importa essere la favorita, ma voglio continuare a sforzarmi. Bisogna sempre affrontare gli ostacoli e trovare una soluzione per superarli”, conclude la statunitense.

Serena Williams al Roland Garros
Serena Williams al Roland Garros

Fonti: www.gazzetta.it e www.tennisworlditalia.com

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy