Serena Williams : “Mi sono allenata poco, ma miglioro ad ogni match”

Serena Williams : “Mi sono allenata poco, ma miglioro ad ogni match”

La numero uno del mondo ammette che non giunge agli US Open con una preparazione adeguata. Inoltre, Serena confessa che si aspetta un debutto difficile contro Ekaterina Makarova.

1 Commento
IL SOGNO E’ SUPERARE STEFFI GRAF- Un anno è passato ; un anno dal momento in cui tutti attendevano il trionfo di Serena e la conquista del record di Slam vinti , al pari di Steffi Graf. Tutti sappiamo come è andata. Oggi, una Serena Williams di certo più tranquilla, forte dei ventuno Slam  finalmente conquistati, si presenta ai nastri di partenza dell’Open di casa con un nuovo grande obiettivo. Da domani  la  sua “mission”  sarà superare Steffi , conquistare il ventiduesimo Major e divenire, senza dubbio,  la più grande di tutte. Tuttavia, gli ultimi mesi  hanno visto per lei un solo fulgido bagliore: il trionfo a Wimbledon. Da lì in avanti solo sconfitte dolorose , ultima quella contro Elina Svitolina ai Giochi Olimpici.  Le condizioni fisiche della Williams stentano; è una certezza e, dopo Londra, ne hanno condizionato programmazione e preparazione per l’ultimo Major della stagione. No, Serena non è al Top della forma e le sue parole in proposito sono chiare. “Non ho giocato molto, non mi sono allenata molto, ma sto iniziando a sentirmi meglio. Speriamo che ,giorno dopo giorno, le cose migliorino”.
serena us open 2016
EKATERINA MAKAROVA, UN OSSO DURO – All’esordio la attende  Ekaterina Makarova. La russa è reduce dall’oro conquistato  in doppio a Rio ed è un primo turno tutt’altro che semplice da affrontare. “Cerco di guardare ogni match come se fosse  il più difficile. So che Ekaterina è un grande giocatrice, quindi devo fare del mio meglio. E’  una grande combattente, non molla mai; una delle cose che più mi colpisce del suo gioco è la quantità di palle che è in grado di far ritornare. A volte può non sembrare una giocatorice molto veloce, ma in realtà lo è “. Così Serena sulla sua prossima avversaria. L’auspicio per la campionessa di Saginaw è che ritorni la splendida forma di Wimbledon; in particolare che ritorni il suo straordinario servizio. “Ho servito molto bene per tutto il torneo, sentivo di  poter fare ace quando volevo. Stiamo parlando di un paio di mesi fa, in fondo poche settimane fa “. Poche settimane , ma sembra passato tanto tempo. La sensazione è che non si dovrà attendere molto per sapere  quale Serena ci sarà sui campi di Flushing Meadows. Il match d’esordio contro la Makarova ci dirà già molto sulle possibilità della Williams di conquistare l’ennesimo, incredibile, record.
1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Jacques Doumont - 7 mesi fa

    C’mon Ekaterina Makarova

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy