Stosur: “Quando non riuscirò più a giocare a certi livelli penserò al ritiro”

Stosur: “Quando non riuscirò più a giocare a certi livelli penserò al ritiro”

Samantha Stosur spera di interrompere una serie di risultati negativi all’Australian Open, dove nelle ultime tre apparizioni ha sempre perso al primo turno. Al momento, dunque, Sam pensa solamente alla stagione che verrà ed a migliorarsi ancora. Il ritiro può aspettare.

di Lorenzo Marini

La tennista australiana Samantha Stosur ha rilasciato un’intervista a The Age, dove ha parlato di quanto siano importanti i tornei australiani per tutti i tennisti nati in Australia. In effetti, lo slam che si disputa a Melbourne, negli ultimi anni non è andato benissimo per lei,  tanto che nelle sue ultime tre apparizioni è sempre uscita sconfitta al primo turno e la cosa le ha provocato molto dispiacere: “Nei tornei di inizio stagione faccio sempre molta fatica. È un qualcosa che mi penalizza molto dato che i primi tornei dell’anno si giocano in Australia ed uscire al primo turno dell’evento più importante del tuo paese non è assolutamente bello. Ci sono state molte ragioni per cui non sono riuscita a giocare il mio miglior tennis in Australia e sto cercando di migliorarmi per far si che non succeda più”.

Stosur

Samantha è tornata a collaborare con il suo vecchio coach, Nick Watkins, ed è ottimista riguardo al suo gioco: “Ho lavorato su molte cose in modo specifico in questi giorni. Nick è stata una persona molto importante per me, mi ha seguito sin dall’inizio ed è bello riaverlo con me”. La tennista aussie ha parlato anche dell’importanza dell’inizio della stagione per tutti i tennisti australiani: “Adoro giocare qui con il supporto del pubblico locale. Per gli australiani giocare a Brisbane, Sydney e Melbourne è speciale, è bello vedere che nove persone su dieci tifano per te”. La Stosur ha infine toccato anche l’argomento ritiro che, almeno per il momento, non è contemplato: “Voglio continuare a giocare. Non ho perso la motivazione, anzi ogni giorno ho come obiettivo quello di migliorarmi. Solo quando capirò che non potrò più giocare a certi livelli allora mi siederò a riflettere riguardo il mio ritiro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy