Us Open, Ana Konjuh manda a casa la Radwanska! Serena Williams annienta Yaroslava Shvedova e attende Simona Halep

Us Open, Ana Konjuh manda a casa la Radwanska! Serena Williams annienta Yaroslava Shvedova e attende Simona Halep

Si ferma agli ottavi di finale la corsa della polacca, superata in due set dalla 18enne croata. Serena Williams gioca uno dei match più convincenti degli ultimi mesi contro la kazaka.

1 Commento

[1] Serena Williams b. Yaroslava Shvedova – 6-2 6-3

SUPER-SERENA – Serena Williams c’è, ed è ancora in grado di esprimere il suo tennis migliore. Lo ha dimostrato ieri sera, contro la potente tennista kazaka Yaroslava Shvedova, sovrastandola in forza, colpi, tecnica e tenuta mentale. Un rapido 6-2 6-3 in poco più di un’ora, dove a tratti ha mostrato un tennis sbalorditivo, tra ace, risposte vincenti e ‘sportellate’ che hanno spesso lasciato ferma l’avversaria. Dopo aver superato Ekaterina Makarova, King e Larsson, Serena supera a pieni voti la prima sfida che, sulla carta, avrebbe potuto essere più insidiosa, perché contro un’avversaria potente e in grado di sorprendere anche le migliori negli appuntamenti importanti. Nonostante la sua carriera discontinua, la kazaka ha spesso fatto bene negli Slam, raggiungendo i quarti due volte al Roland Garros (2010, 2012) e una a Wimbledon, due anni fa. Quello di ieri però è stato un match semplicemente della storia, che avrebbe potuto finire con un punteggio più severo. Serena sembra molto più tranquilla e più concentrata degli Us Open dell’anno scorso; dopo esser tornata a vincere uno Slam a Wimbledon, è ancora lei di gran lunga la favorita per vincere New York e insieme il 23esimo titolo Slam in carriera (+1 rispetto a Steffi Graf, a un gradino di distanza da Margaret Smith-Court). Ai quarti sfiderà la rumena Simona Halep, la prima vera avversaria con cui potrebbe giocarsela alla pari, che a sua volta ha mandato al tappeto Carla Suarez Navarro.

Agnieszka Radwanska

Ana Konjuh b. [4] Agnieszka Radwanska 6-4 6-4 

A STAR IS BORN – La vera e clamorosa sorpresa arriva però nella notte, con l’uscita di scena della polacca Agnieszka Radwanska, testa di serie n. 4 e una delle tre candidate, insieme a Serena Williams e Angelique Kerber, a conquistare la prima posizione mondiale al termine del torneo. Sotto il tetto dell’Arthur Ashe Stadium, “Aga” è stata clamorosamente battuta dalla stellina croata Ana Konjuh, 18 anni appena e n. 92 delle classifiche. Il match sulla carta era tutt’altro che scontato già in partenza: la croata infatti era arrivata vicinissima a battere la polacca già nel secondo turno di Wimbledon, prima di procurarsi un infortunio alla caviglia nel terzo set, che di fatto l’ha portata alla sconfitta. Nel primo set la polacca va avanti subito 2 a 0, ma si fa recuperare sul 2 pari. Nel settimo game Konjuh strappa il break al quarto tentativo, garantendosi l’occasione di salire 5 a 4 e servire per il match. Il braccio non trema: la polacca annulla due set-point, ma alla terza occasione sbaglia un dritto e concede il parziale alla croata. Il secondo set è equilibratissimo, con entrambe le tenniste che tengono agevolmente il servizio fino al 4 pari: al nono gioco però “Aga” commette un doppio fallo e l’avversaria inizia a spingere e grazie a due vincenti strappa il servizio. Nemmeno stavolta, sul 5 a 4 e servizio, la croata si mostra impaurita a chiudere: con un gran rovescio lungolinea ottiene il match-point, concretizzato dalla risposta in rete della polacca su un ottimo servizio ad uscire. Konjuh esulta per primi quarti di finale Slam raggiunti in carriera: dopodomani si giocherà la semi contro la ceca Karolina Pliskova, in un match tutt’altro che deciso. Il tennis c’è, e la mentalità pure: senza dubbio la teenager Ana Konjuh è il futuro del tennis femminile. Forse, già il presente.

 

Us Open – Ottavi di finale 

Ana Konjuh b. [4] Agnieszka Radwanska 6-4 6-4 

[1] Serena Williams b. Yaroslava Shvedova – 6-2 6-3

 

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rocco Carbone - 1 anno fa

    Ma gli italiani e le italiane di 18 anni dove sono?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy