Venere, la dea dei record

Venere, la dea dei record

Venus Williams, nonostante l’avanzare dell’età, continua a mietere vittorie sul campo, arrivando in scioltezza fino alle fasi finali dei grandi tornei. ll tramonto sembra essere ancora lontano e prepariamoci, dunque, ad assistere ad altri exploit della Venere nera

1 Commento

Venus Williams durante il torneo di Miami ha frantumato altri record da inserire nel suo palmarés, grazie alla vittoria ai danni della tedesca Kerber, numero uno del mondo. Grazie a questa vittoria Venus è la più anziana giocatrice ad aver sconfitto una numero 1 al mondo ed è la più anziana tennista ad essere la numero 4 della race. Ma qual è il suo segreto? Perché nonostante l’età riesce ad essere ancora cosi decisiva, abbattendo e migliorando record? Come fa una giocatrice ad essere nel circuito dal 1994, e nonostante le sue 49 vittorie WTA ad avere ancora fame e voglia di continuare a giocare?

FATTORI C, CARATTERE… – Venus ha un carattere forte, e lo ha dimostrato quando nel 2011 gli fu trovata la Sindrome di Sjögren, una malattia autoimmune reumatica, che provoca dolore alle articolazioni. Nonostante tutto ciò lei ha lottato, e non si è fermata, nonostante le difficoltà. Durante la sua carriera, Venere non ha mai creato polemiche, dentro e fuori dal campo di gioco. A differenza della sorella Serena, la quale ha un carattere forte, soprattutto in campo, Venus in campo non crea mai una polemica, come se avesse una maschera, non mostra mai emozioni, che vinca o perda. Di solito siamo abituati a vedere, soprattutto nelle donne, quando le cose non vanno bene, momenti di nervosismo, ma in Venus questo non succede e non è mai successo, ha sempre mostrato una sicurezza anche nei momenti difficili, sicurezza sicuramente creata dalla sua fiducia nei propri mezzi e dalle vittorie. Perché Venus ha vinto e tanto nella sua vita. Ha vinto ben 7 tornei dello Slam, 1 medaglia olimpica nel 2000 ed ha dominato anche nel doppio, assieme la sorella Serena con ben 13 Slam.

….COSTANZA – Venus è stata tremendamente costante in tutta la sua carriera, basti pensare che dal 1998 al 2011(prima della malattia), Venus solo in una circostanza (2006), è andata oltre le top 11. Testimonianza della sua grandezza e del suo gioco, potente ed elegante e dotata di un ottimo servizio, veloce, che la rendono completa ed imprevedibile.

CAMBIO DI ALIMENTAZIONE – Nel 2011, a seguito della malattia, ha un cambiamento nella alimentazione, eliminando completamente la carne e mangiando solo verdura, una alimentazione vegana, dove secondo proprio la Williams ciò le ha fatto vivere una seconda carriera tennistica, alimentazione usata anche da Serena, la quale inizialmente lo fece per dare sostegno alla sorella.

QUANDO SMETTERÀ VENUS? – La domanda ci viene quasi spontanea, perché a 36 anni ed essere ancora nei vertici del tennis che conta, nonostante il cambio di generazione, sorprende molto. Sicuramente l’americana non arriverà ai 40 anni continuando a giocare, anche se ad oggi è difficile dirlo, ma probabilmente già da questa stagione ne sapremo di più. Noi intanto ce la godiamo in azione, sperando che il tempo non passi mai, dato che questa nuova generazione dà la sensazione che siano nettamente inferiore alle sorelle Williams, anche dal punto di vista mediatico, e la prova è proprio il dominio che hanno le sorelle, che nonostante l’età riescono a battere e a tenere anche fisicamente delle sfide durissime contro tenniste che sono molto più giovani di loro. Basti guardare l’Australian Open, finale tra le due sorelle, sfida avvenuta per ben 23 volte in tornei ufficiali, una vera e propria rivalità, che ha fatto la storia del tennis.  Magari arriverà a 40 anni, rimarremo per adesso con questo dubbio, ma una cosa è certa, tra un po’ di anni elencheremo altri record fatti da questa leggenda.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Riccardo Genovese - 5 mesi fa

    Sono d’accordo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy