Wta Auckland, Shenzhen: primo titolo in carriera per Katerina Siniakova e Lauren Davis

Wta Auckland, Shenzhen: primo titolo in carriera per Katerina Siniakova e Lauren Davis

In Nuova Zelanda la 23enne statunitense spazza via la croata Ana Konjuh. Vittoria facile anche per la 20enne ceca Siniakova che si impone su Alison Riske e alza il trofeo dopo due finali perse.

Sentiremo parlare a lungo di questa ragazzona bionda con i capelli ricci stretti a coda di cavallo. Katerina Siniakova aveva fatto vedere molte cose buone già gli scorsi tre anni (nel 2014 aveva raggiunto la semifinale nel torneo Premier di Mosca) e si era messa in luce nella scorsa edizione di Wimbledon, dove aveva conquistato il terzo turno (miglior risultato Slam). La stagione era proseguita poi in crescendo, con la conquista di due finali in due tornei Wta International: a Bastad (Svezia), dove perse contro la tedesca Laura Siegemund, e poi a Tokyo, battuta dall’americana Cristina McHale a causa di un infortunio. Il suo tennis potente e propositivo, ma anche molto tecnico e intelligente, non lasciava dubbi sul fatto che la vittoria del primo titolo era solo rimandata. È infine arrivata oggi, nella finale di Shenzhen: la 20enne ceca ha rifilato un severo 6-3 6-4 alla più esperta statunitense Alison Riske, che l’altro ieri si era imposta altrettanto facilmente contro Camila Giorgi.

UNA SETTIMANA INCREDIBILE – Le due si erano affrontate già a Tokyo, dove la ceca aveva vinto altrettanto facilmente. La Riske era alla sua seconda finale consecutiva in Cina: esattamente un anno fa era stata sconfitta dalla polacca Agnieszka Radwanska (quest’anno battuta ai quarti) ma oggi i favori del pronostico erano con lei, dato che dall’altra parte della rete c’era una tennista molto più giovane e inesperta, ma non meno coraggiosa. La ceca è partita subito al comando nel primo set imponendosi con un facile 6-3, dopo aver strappato il servizio nel sesto gioco dopo un break per parte. Nel secondo parziale Siniakova rimane molto lucida e attenta nel controllo del gioco e sale 4 a 1. Il match ormai sembra finito, ma un piccolo passaggio a vuoto e la reazione della Riske permettono all’americana di salire 4 a 3 e ottenere una palla del contro-break e della parità. Siniakova è però riuscita a contenere la rimonta, affidandosi soprattutto al potente rovescio a due mani, che tira dove vuole e con cui riesce ad aprirsi il campo con fantastici diagonali. Sul 5 a 4 arriva il doppio match-point: sul primo la ceca commette doppio fallo, ma va a segno nel secondo, regalandosi la più grande gioia della sua carriera al termine di una settimana incredibile, dove ha vinto per la prima volta contro due top-ten, Simona Halep e Johanna Konta. Grazie a questa vittoria Siniakova raggiunge il suo best-ranking alla 37esima posizione, ma siamo convinti che è solo l’inizio di una lunga ascesa.

CHI È SINIAKOVA? – Katerina è nata il 10 maggio 1996 nella cittadina ceca diHradec Králové. Ha iniziato a giocare a tennis a 5 anni, allenata dal padre Dmitry (un ex pugile di origini russe) e poi dall’ex n. 4 al mondo Helena Sukova. Katerina si trova a suo agio su tutte le superfici, anche se preferisce il cemento. Diventa nota nel circuito junior quando vince il Trofeo Bonfiglio nel 2012 (contro Antonia Lottner), raggiunge la finale dell’Orange Bowl (sconfitta da Ana Konjuh) e poi l’ultimo atto dell’Australian Open 2013 (perdendo sempre dalla Konjuh), diventando n. 2 del mondo fra le junior. Sempre nel 2013 vince ben tre Slam in doppio, al Roland Garros, a Wimbledon e agli Us Open, in coppia con Barbora Krejcikova. Entra per la prima volta nel circuito Wta nel 2013, quando ottiene una wild card per le quali del Sony Ericcsson Open di Miami, dove batte Mandy Minella e Alexa Glath, entrando così per la prima volta nel tabellone principale, dove viene sconfitta dall’iberica Garbine Muguruza.

DAVIS, TROFEO E NUOVO BEST-RANKING – In Nuova Zelanda, dopo una lunga attesa, arriva la prima vittoria in carriera per la statunitense Lauren Davis, che da lunedì sarà n. 46 del mondo. Grazie a una grande performance oggi ha battuto con un secco 6-3 6-1 in un’ora e 13 minuti la giovane croata Ana Konjuh, che ha molto da rimpiangere per aver giocato con troppa tensione un match alla sua portata. La sconfitta non toglie nulla all’ottima settimana di Ana, che da lunedì raggiungerà il best-ranking alla 36esima posizione.

Wta Shenzhen (Cina) – Finale

K. Siniakova b. A. Riske 6-3 6-4

Wta Auckland (Nuova Zelanda) – Finale

L. Davis b. A. Konjuh 6-3 6-1

 

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. Antonio Mercanti - 3 mesi fa

    Una bella novita’…Complimenti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Eugenia Manescalchi - 3 mesi fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy