Wta Cincinnati: Camila Giorgi annienta Sevastova, Karolina Pliskova piega Radwanska

Wta Cincinnati: Camila Giorgi annienta Sevastova, Karolina Pliskova piega Radwanska

L’azzurra dà prova di una prestazione magistrale contro la n. 18 del mondo lettone lasciandole appena 5 game. Prova incolore della polacca, Kaia Kanepi trionfa al terzo contro Lepchenko. Krunic spazzata via da Pavlyuchenkova, bene Ansimova e Sakkari.

di Michele Alinovi, @MicheleAlinovi1

Secondo giorno di primi turni nel Wta Premier 5 di Cincinnati. Il match clou, per l’Italia, è stato quello di Camila Giorgi contro Anastasija Sevastova, 28 anni e n. 18 del mondo, sulla carta favorita secondo il ranking Wta. Camila, che aveva perso nel turno finale di qualificazioni contro la Kuzmova ed era stata ripescata come lucky loser grazie al ritiro di Venus Williams, ha onorato la sua partecipazione mostrando un livello altissimo: abbastanza costante nel servizio (57% di prime contro i 47% dell’avversaria) e micidiale in risposta e negli scambi, ha avuto il controllo della partita sin dai primi game: sul 3 a 1, la maceratese riesce addirittura a brekkare a 0, senza concedere poi alcuna palla break e strappare di nuovo il servizio sul 5 a 2, chiudendo il primo parziale in appena 29 minuti.

Più lottato il secondo parziale, dove è la Sevastova, approfittando di un piccolo passaggio a vuoto della nostra, a brekkare a 30 nel game d’apertura e poi salire 2 a 0 eliminando due palle dell’immediato contro-break. Camila però riesce a controbreakkare e, dopo altri due break per parte, fino al 3 pari. Salita 4-3, l’italiana brekka a 30, per poi chiudere nel game successivo addirittura a 0 con un ottimo turno di servizio. Al prossimo turno Camila affronterà la statunitense Madison Keys, che ieri ha sofferto molto con la connazionale Bethanie Mattek-Sands. La finalista degli Us Open 2017 è avanti 3 vittorie contro due sconfitte nei confronti diretti (ultimo confronto, sulla terra di Charleston, vinto dalla Keys 6-4 6-3) ed è sulla carta la favorita. Camila però ha le armi per fare il braccio di ferro con la potente ma incostante avversaria, soprattutto considerata la prestazione odierna.

Continua il periodo di crisi senza fine di Aleksandra Krunic: la tennista serba, classe ’93, dopo la vittoria sull’erba di s’-Hertogenbosch e il seguente infortunio a Eastbourne, ha inanellato una serie di tremende sconfitte: nelle sconfitte di Washington, Montréal e Cincinnati ha raccolto un totale di 4 game. Ultima esecutrice, la russa Pavlyuchenkova, che ha chiuso con un facile 6-1 6-0. Ottima prova della 33enne estone Kaia Kanepi, n. 46, tornata a una bella vittoria cal terzo contro la kazaka Varvara Lepchenko.

Bene infine la greca Maria Sakkari, superiore rispetto alla giapponese Naomi Osaka, fallosa per tutto il match: a nulla vale la tenacia di Osaka, brava a eliminare due match-point sul 5 a 4 e salire al tie-break, che però poi perde 10-8 dopo aver sprecato tre set-point. Bene infine la tedesca Maria (successo in rimonta contro la statunitense Kiick), la 16enne statunitense Amanda Anisimova (6-3 6-4 contro l’ungherese Babos) e l’australiana Ashleigh Barty, (in due set sulla ceca Vondrousova).

Wta Cincinnati (Premier 5, cemento,  $2.874.299) – Primi turni:

T. Maria b. A. Kiick 5-7 6-3 6-3

A. Barty b. M. Vondrousova 6-3 7-5

M. Sakkari b. Osaka 6-3 7-6(8)

A. Anisimova b. T. Babos 6-3 6-4

K. Kanepi b. V. Lepchenko 2-6 6-3 6-1

Ka. Pliskova b. A. Radwanska 6-3 6-3

A. Pavlyuchenkova b. A. Krunic 6-1 6-0

C. Giorgi b. A. Sevastova 6-2 6-3

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy