Wta Doha: Kvitova supera Radwanska, Halep travolge Makarova. Out Keys e Mladenovic

Wta Doha: Kvitova supera Radwanska, Halep travolge Makarova. Out Keys e Mladenovic

La campionessa ceca, fresca vincitrice a San Pietroburgo, raggiunge quota 9 vittorie consecutive grazie alla maratona odierna contro la polacca, dopo aver perso un lungo primo set. Agli ottavi sfiderà Elina Svitolina, che si è sbarazzata facilmente della Vondrousova.

di Michele Alinovi, @MicheleAlinovi1

Mentre proprio oggi inizia la corsa di Roger Federer, impegnato contro Bemelmans, verso la prima posizione mondiale, anche la vetta del ranking Wta potrebbe cambiare: Simona Halep, in questo momento ad appena 40 punti dalla n. 1 Caroline Wozniacki, potrebbe riscavalcare la danese alla fine di questo torneo. L’ottima forma della tennista di Costanza, finalista agli Australian Open, è stata confermata con la netta vittoria per 6-3 6-0 in poco più di un’ora e dieci minuti contro Ekaterina Makarova. Per un posto ai quarti la rumena dovrà vedersela contro la 27enne lettone Anastasija Sevastova, impostasi in due set contro Naomi Osaka.

Stesso risultato a senso unico anche per Elina Svitolina, in cerca di riscatto dopo la dolorosa e inattesa sconfitta ai quarti di Melbourne contro Elise Mertens. L’ucraina non ha avuto problemi a sbarazzarsi dell’appena 18enne ceca Markéta Vondroušová, con il risultato di 6-4 6-2. La vera sfida però sarà l’ottavo di finale contro Petra Kvitova, fresca zarina di San Pietroburgo.

La ceca, vincitrice di Wimbledon nel 2011 e 2014, sembra vivere una nuova rinascita. Visibilmente dimagrita ed esplosiva come ai tempi migliori, la n. 21 del mondo oggi è arrivata al suo nono successo consecutivo: una striscia vincente che non capitava da ben 4 anni, dalla fine del 2014, in Asia, quando vinse Wuhan e perse in finale a Pechino. Petra ha avuto il suo bel da fare contro Agnieszka Radwanska, campionessa che da qualche anno non è più competitiva ad altissimi livelli, ma ancora in grado di impensierire le migliori. La Kvitova, confermando la sua buona forma fisica, è riuscita a rimontare dopo aver perso un lunghissimo primo set finito al tie-break. Un successo che dà grande energia alla tennista di Prostejov, che peraltro non vinceva contro la polacca dai quarti di finale di New Haven nel 2015; 6-7(4) 6-3 6-4 il risultato finale, in ben due ore e 40 minuti.

Il primo set parte bene per Petra, che brekka al terzo gioco a 15; Aga però è in forma e corre per il campo cercando di far giocare sempre una palla in più alla ceca. La polacca si riprende immediatamente il servizio perso e poi, sul 3 pari, si procura ben 5 palle per un nuovo break, che però non riesce a sfruttare. Le sorti del set finiscono al tie-break, dove una Kvitova visibilmente spazientita commette qualche errore di troppo e cede la frazione dopo un’ora e 10 minuti. All’inizio del secondo set Petra chiama il coach, che cerca di scuoterla: “Vuoi vincere questa partita o vuoi soltanto finire al più presto?”. La ceca cerca di ritrovare la calma e il controllo dei colpi e vola in pochi minuti 5 a 1, per poi chiudere 6 a 3 dopo un inutile contro-break della polacca. Nel terzo set continua la scia positiva della ceca, che strappa subito il servizio e vola 2 a 0, ma poi subisce la reazione dell’avversaria, infastidita probabilmente anche dal forte vento. Dopo aver perso il servizio, sul 3 pari la ceca conquista il break decisivo. Sul 5 a 4 è brava ad annullare tre palle del contro-break e sfruttare il primo match-point.

Chiudono il ventaglio di questi primi match di terzo turno le sconfitte un po’ a sorpresa di Kiki Mladenovic e Madison Keys. La francese, dopo la disastrosa striscia di 15 sconfitte consecutive, sembrava rinata, grazie alla vittoria in doppio degli Australian Open e alla finale di San Pietroburgo, dove si è arresa solo a una Kvitova inarrestabile. Lo scorso weekend Kiki aveva trascinato verso la vittoria la sua Francia con i due netti successi contro le belga Elise Mertens (vendetta compiuta) e Kirsten Flipkens. Dopo una buona partenza contro Peng, la francese si è arresa piuttosto nettamente contro la potente 19enne Anna Blinkova, che quest’anno si era messa in luce battendo Roberta Vinci alle qualificazioni degli Australian Open. Brutta sconfitta anche per Madison Keys, che dopo l’ormai lontana finale degli Us Open sembra un po’ aver perso la bussola, alternando buone prestazioni ad altre imbarazzanti: la statunitense ha fatto e disfatto contro una pur centratissima Cici Bellis, che agli ottavi sfiderà Karolina Pliskova o Alizé Cornet.

Wta Doha – Premier 5 – cemento, 3.198.000 $  – Risultati terzo turno:

[3] E. Svitolina b. [Q] M. Vondrousova 6-2 6-4
[16] P. Kvitova b. A. Radwanska 6-7(4) 6-3 6-4
[Q] A. Blinkova b. [11] K. Mladenovic 6-3 6-3
[Q] C. Bellis b. [12] M. Keys 2-6 6-3 6-0
[13] A. Sevastova b. N. Osaka 6-4 6-1
[2] Simona Halep b. Ekaterina Makarova 6-3 6-0

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy