Wta Eastbourne: Caroline Wozniacki in due set su Aryna Sabalenka. Titolo numero 29 in carriera per la danese

Wta Eastbourne: Caroline Wozniacki in due set su Aryna Sabalenka. Titolo numero 29 in carriera per la danese

Titolo numero 29 in carriera per Caroline Wozniacki. La tennista danese ha sconfitto Aryna Sabalenka in due set. Tanto da recriminare per la ventenne bielorussa, che nel primo parziale non ha sfruttato due set point. Nel secondo, la Sabalenka, ha servito per allungare al terzo e nel tie-break è stata avanti 4-1 e poi 5-2. Terza finale persa su tre, nel circuito maggiore, per Aryna Sabalenka. La tennista di Minsk ha in bacheca, finora, il Wta 125K di Mumbai.

di Monica Tola

La solidità e l’esperienza di Caroline Wozniacki hanno prevalso sul tennis aggressivo, ma poco concreto nei momenti decisivi, di Aryna Sabalenka. La danese, numero 2 del mondo, con la vittoria in due set  sulla bielorussa, ha portato a casa il ventinovesimo trofeo in carriera. Qualche rammarico per Aryna Sabalenka, che non ha sfruttato alcune ghiottissime occasioni: la ventenne di Minsk nel primo set non ha concretizzato due set point. Nella seconda frazione è stata avanti 5-4 e servizio, ma proprio quando è andata in battuta per allungare la partita al terzo set, si è fatta brekkare a zero. Nel tie-break, Aryna Sabalenka avanti 4-1 e poi 5-2. Ma nulla di fatto. Per la bielorussa è la terza finale su tre persa (escluso il titolo conquistato nel 125K di Mumbai). La prima sconfitta è arrivata sul veloce per mano di Maria Sharapova a Tianjin, la seconda sulla terra di Lugano da Elise Mertens. Oggi lo scivolone sull’erba di Eastbourne. Caroline Wozniacki succede nell’albo d’oro a Karolina Pliskova.

TITOLO NUMERO 29 IN CARRIERA PER CAROLINE WOZNIACKI – Due set tiratissimi. In entrambi i parziali Aryna Sabalenka ha sfiorato il colpaccio, ma le è sfuggito nei punti decisivi. L’esperienza, la concretezza e il cinismo di una navigata campionessa come Caroline Wozniacki hanno fatto la differenza. Quando la danese dava l’impressione di essere prossima al ko, sotto le accelerazioni devastanti di Aryna Sabalenka, non ha lasciato scappare via un solo quindici. E’ stata la giovane tennista bielorussa a scomporsi nei momenti in cui ha avuto la possibilità di portare a casa il primo set e quando aveva messo una seria ipoteca anche sul secondo. Nei frangenti più difficili è stata Caroline Wozniacki ad armarsi di pazienza e coraggio. Ed è stata lei a sollevare il trofeo di Eastbourne, il ventinovesimo in carriera. Un chiaro segnale in prospettiva Wimbledon. L’avvio del primo set non è stato dei più semplici per la numero 2 del mondo. Oltre sette minuti e quattro palle break cancellate prima di aggiudicarsi il primo game dell’incontro. Ad Aryna Sabalenka riusciva tutto: servizi imprendibili, colpi in uscita che si stampavano sugli angoli, risposte letali. Tanto che l’allungo bielorusso, quello che sembrava decisivo, è arrivato nel quinto game. Una palla corta sanciva il break per il 3-2 e servizio per Aryna Sabalenka. La tennista di Minsk avrebbe potuto chiudere quando Caroline Wozniacki, sotto 3-5, è andata a servire per rimanere nel parziale. Due i set point salvati dalla danese in quel nono gioco. Aryna Sabalenka si è persa sul più bello, nel momento in cui ha avuto a disposizione il turno in battuta per chiudere il set: un attacco non proprio irresistibile, che ha prestato il fianco al passante millimetrico della Wozniacki e un doppio fallo, sono stati il segnale evidente del braccino della giovane bielorussa. Aryna Sabalenka ha perso lucidità e misure del campo e dal 5-3, una sempre più in palla Caroline Wozniacki ha infilato quattro giochi consecutivi. Una progressione che ha accompagnato la danese fino al 7-5. Copione identico nella seconda frazione. Aryna Sabalenka ha giocato a intermittenza, alternando vincenti ad errori grossolani. Per tre volte la bielorussa è stata avanti di un break, in altrettante occasioni si è fatta riprendere. Aryna Sabalenka con un dritto lungolinea di impressionante potenza e precisione si era procurata il 5-4 e servizio per portare il match al terzo set. Caroline Wozniacki si è ripresa a zero il break di svantaggio e le sorti della finale sono state affidate al tie-break. Partenza pessima della danese, ma a Aryna Sabalenka non ha giovato nemmeno il vantaggio, 4-1, poi 5-2, nel jeu décisif. Caroline Wozniacki dopo aver pareggiato i conti sul 5-5, ha preso il largo e chiuso al primo championship point.

Risultato – Finale:

[1] C. Wozniacki b A. Sabalenka 7-5 7-6 (5)

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mariateresa Stecca - 5 mesi fa

    Brava Caroline.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mariateresa Stecca - 5 mesi fa

    Brava Carolina. ..❤

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy