Wta Finals, Gruppo Bianco: Venus Williams batte Garbine Muguruza in due set e vola in semifinale

Wta Finals, Gruppo Bianco: Venus Williams batte Garbine Muguruza in due set e vola in semifinale

Giornata di verdetti per il Gruppo Bianco. Non ci sono alternative per Garbine Muguruza e Venus Williams: vincere. Chi si aggiudica questo match va in semifinale, chi lo perde è eliminata. A salutare le Wta Finals è Garbine Muguruza che ha giocato a sprazzi, non approfittando di tante opportunità. Ottima Venus Williams che ha tenuto alti concentrazione e livello del gioco nei momenti cruciali.

di Monica Tola

Sconfitta in due set per Garbine Muguruza che pesa due volte: eliminata nelle Wta Finals e momentaneamente estromessa dalla corsa alla vetta del ranking. Più volte avanti nel match, la spagnola ha giocato a sprazzi cedendo proprio nei momenti importanti. Ottima invece la prestazione di Venus Williams che ha tenuto elevati sia la concentrazione che il livello del gioco nei punti chiave della partita.

PRIMO SET – Inizio equilibrato. Venus Williams concede poco al servizio, mentre Garbine Muguruza già nel primo turno in battuta è costretta ad annullare una palla break. Il servizio è determinante per la Muguruza nei momenti critici, come palla break cancellata nel quarto gioco. Viaggiano spalla a spalla, Williams e Muguruza ed è 2-2. Nel quinto gioco è invece Venus Williams a salvarsi: Garbine Muguruza spreca malamente due palle break. Gli scambi sono duri e prolungati, autentiche sfide di resistenza sulle diagonali, specie quella del rovescio. E’ il fatidico settimo gioco quello del primo break della partita. Lo mette a segno Garbine Muguruza che approfitta di due doppi falli consecutivi della statunitense, che chiude il pessimo turno in battuta con un attacco approssimativo facile preda per il passante della spagnola. Break restituito immediatamente, con la Muguruza che per non essere da meno rispetto all’avversaria, esordisce con un doppio fallo, e si procede in parità: 4-4. Molto vicine anche le percentuali realizzative, compreso il rapporto tra vincenti e gratuiti. In un parziale così equilibrato anche secondo le statistiche, le sorti del set si decideranno per pochi punti e episodi. L’iberica cala al servizio e Venus Williams diventa più aggressiva, pronta per lo sprint finale. Sul 5-6 Garbine Muguruza serve per rimanere nel set. E arrivano gli scambi decisivi: due volée sbagliate dall’iberica, equivalgono ad altrettanti set point per Venus. Li salva la spagnola che nulla può però sul terzo. Il primo parziale è per Venus Williams in 56 minuti.

SECONDO SET – Break in apertura per Garbine Muguruza, che conferma tuttavia le difficoltà palesate in battuta nella parte cruciale del set e Venus Williams pareggia immediatamente i conti. Manca continuità nel gioco della spagnola che spesso si è trovata nettamente avanti nel punteggio dei singoli giochi per poi subire sfilze di 4 o 5 punti consecutivi. Arriva intanto il terzo break in altrettanti game e Garbine Muguruza passa avanti e consolida sul 3-1, tornando ai livelli di concentrazione e incisività di inizio match. Fondamentale è capire se il gioco dell’iberica sarà costante o tornerà ad essere intermittente. Difatti la Muguruza torna a giocare a sprazzi: avanti 3-1 e 0-30 sul servizio di Venus Williams, si ritrova ben presto raggiunta sul 3-3, con uno score di 8 punti a 1 della statunitense. Ci mette del proprio anche la Williams per complicarsi la vita: due doppi falli (7 in totale) e Garbine Muguruza torna avanti di un break. Inutile dire che in una partita che oramai ha perso ogni logica, arriva il sesto break su otto game ed è 4-4. E’ Venus Williams a tenere finalmente il servizio nel nono gioco e interrompere la serie nera in battuta. Non lo fa invece Garbine Muguruza che sul 4-5 serve per rimanere nel match e cede ancora. Venus Williams è in semifinale.

Risultato:

[5] V.Williams b [2] G. Muguruza 7-5 6-4

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Uccio Giuffrida - 1 anno fa

    gallina vecchia fa buon brodo,,,,,le nuove leve non sono a livelli ottimali,,tanto e’ vero che ogni torneo cambia la n° i e la stessa venus a 35 anni e stando ferma 2 anni e’ ancora la n° 5

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy