Wta Finals, semifinali: straordinaria Venus. Batte in rimonta Caroline Garcia e torna in finale dopo 8 anni

Wta Finals, semifinali: straordinaria Venus. Batte in rimonta Caroline Garcia e torna in finale dopo 8 anni

Grande vittoria in rimonta per Venus Williams che torna in finale alle Wta Finals dopo 8 anni. Letale nei momenti chiave del match, la statunitense ha scardinato il gioco della Garcia con tre armi: il rovescio, il servizio e l’esperienza.

di Monica Tola

Venus Williams batte in rimonta Caroline Garcia e raggiunge in finale Caroline Wozniacki. A fare la differenza (oltre all’esperienza) il rovescio e il servizio della statunitense. Colpi che sono diventati sempre più incisivi con l’andare della partita. Caroline Garcia, nonostante le tantissime opportunità, è mancata in cinismo e lucidità nei momenti chiave del secondo e terzo set. Cosa che invece non è accaduta a una implacabile Venus Williams.

PRIMO SET – In una partita nella quale si scambierà poco, determinante per entrambe è il rendimento al servizio. Parte bene Caroline Garcia che tiene il proprio primo turno, nonostante due risposte fulminanti di Venus. Il break francese arriva nel secondo game: un doppio fallo della statunitense e le seconde soft permettono a Caroline Garcia di colpire e andare a segno. La transalpina pasticcia subito dopo ed è controbreak. Ancora una volta da annotare gli attacchi approssimativi di Caroline Garcia (se ne sono visti tanti anche nel girone eliminatorio): o sbagliati nella misura o nella direzione, cosa che espone al passante. I turni in battuta tornano a essere determinanti. Nel sesto gioco Venus Williams annulla una palla break ma tiene, assistita anche da qualche errore di troppo della transalpina che ancora non ha preso completamente le misure del campo. Dall’altra parte Venus Williams, con una percentuale di realizzazione simile tra prime e seconde, incide poco al servizio. Così nell’ottavo game arrivano altre due palle break per Caroline Garcia. Si salva la statunitense e le due procedono spalla a spalla sul 4-4. E’ la transalpina a trovarsi in difficoltà subito dopo: palla break che è quasi un mini set point cancellata e game portato a casa. Sul 4-5 è Venus Williams a servire per rimanere nel parziale e, in parte, il game rispecchia l’andamento non bello della partita. Tra un errore e l’altro la francese si procura un set point. Lo annulla Venus, che inizia a giocare i punti migliori nei momenti chiave. E’ la francese ad apparire in maggiore difficoltà e la conferma è l’undicesimo gioco tiratissimo chiuso ai vantaggi, seppure senza concedere palle break. Un’ora esatta di gioco e si approda al tie break. La tensione è palpabile e lo vince chi gioca “meno peggio”, ovvero Caroline Garcia. Il “jeu décisif” è stato caratterizzato da tre doppi falli (due di Venus, uno della francese), due volée orribili della transalpina e un gratuito di rovescio della statunitense.

SECONDO SET – Parte meglio Venus Williams, che salva due palle break in avvio di secondo parziale e agguanta a zero il turno di servizio di una Caroline Garcia ancora troppo frettolosa e fallosa. Va in fuga sul 3-0 l’americana che ha innalzato il livello sia in battuta che in risposta. Si esprimono entrambe a sprazzi: Venus Williams nel quarto gioco sbaglia una volée a campo vuoto che l’avrebbe portata alla palla break (per il doppio break e 4-0) e restituisce la francese che avanti 0-30 sul servizio Williams, continua a non sfruttare le opportunità ed è 4-1 Williams. Copione che si ripete nel settimo gioco, quando Venus Williams annulla una palla per il controbreak. Cinica l’americana a colpire alla prima occasione (nel secondo gioco), decisamente meno lucida Caroline Garcia che di palle break ne ha finalizzato zero su tre e deve ancora rincorrere: 5-2. E’ proprio questo dettaglio sulla reattività nelle fasi determinanti a decidere il parziale. Caroline Garcia cede ancora il turno di servizio e dunque il set con un netto 6-2.

TERZO SET – Il rovescio incrociato di Venus fa male, mentre latita quello della Garcia che con quel colpo mette in serie errori su errori. Soffre maggiormente la francese, ma nonostante ciò tiene fino al 3-3, soprattutto grazie alla prima di servizio. Serve ottimamente anche la Williams e fino ad ora la partita assume contorni completamente diversi rispetto ai primi due set. Chi prima perderà il turno di battuta, probabilmente saluterà il torneo. Che cedere fosse destino di Caroline Garcia  era nell’aria. Accade nell’ottavo gioco: 5-3 Williams che va a servire per il match. Va sotto 0-40, ma stavolta a Caroline Garcia il miracolo di riacciuffare una partita praticamente persa non riesce. Gioco, set e finale per Venus Williams.

Risultato:

[5] V. Williams b [8] C. Garcia 6-7 (3) 6-2 6-3

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cristina Failla - 1 anno fa

    Venus….classe senza paragoni!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Silvia Motroni - 1 anno fa

    Senza contare che tutte le pretendenti al trono sono stste fatte fuori. Tutte incapaci di imporsi con carattere. La Garcia ha sfiorato il colpaccio, ma anche lei quanto ha sprecato! Tanto di cappello per Venus e la wotzniacki che da “vecchiette” sfoderano hioco e carattere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Umberto Hvalic - 1 anno fa

    la saga delle Williams

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Uccio Giuffrida - 1 anno fa

    CARE PSEUDO CAMPIONESSE DI OGGI IMPARATE DA UNA VERABCAMPIONESSA GRANDE VENUS,,,,,,,,

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy