Wta Indian Wells: Petra Kvitova vince un match-maratona. Eliminata Konta

Wta Indian Wells: Petra Kvitova vince un match-maratona. Eliminata Konta

Nella giornata odierna sono scese in campo le teste di serie, esentate dal primo turno grazie a un bye. Nella prima parte del programma ne sono saltate ben 5: Johanna Konta (sconfitta da Marketa Vondrousova), Svetlana Kuznetsova (battuta da Aryna Sabalenka), Elise Mertens (eliminata da Qiang Wang), Barbora Strycova (che ha avuto la peggio nel match che l’ha opposta a Petra Martic) e Agnieszka Radwanska (travolta da Naomi Osaka). Si salva Petra Kvitova. Avanzano Mladenovic e Vandeweghe.

di Monica Tola

PETRA KVITOVA DISPUTA IL PEGGIOR MATCH STAGIONALE MA VINCE UNA MARATONA DI OLTRE TRE ORE – Opposta a Yulia Putintseva la tennista ceca ha esposto il campionario completo dei gratuiti e delle opportunità gettate via: due palle break sprecate nel terzo gioco del primo set, il break gentilmente concesso all’avversaria che è valso alla kazaka il momentaneo 5-3 (con tre doppi falli e quattro non forzati di dritto per la Kvitova), le tre palle break consecutive vanificate nell’undicesimo gioco e che avrebbero potuto mandare la numero 9 del mondo 6-5 e servizio. L’epilogo del primo parziale è stato invece il tie-break e la tennista della Repubblica Ceca lo ha perso, quando dal 3-3 ha spedito fuori uno smash a colpo sicuro, seguito da un doppio fallo e da uno degli innumerevoli dritti incrociati fuori misura. 29 gratuiti nel primo set e la tendenza non si è invertita nel secondo, con Petra Kvitova che ha creato e distrutto, con la differenza che il parziale, finito ancora al tie-break, lo ha portato a casa la ceca, sempre con 29 non forzati. 46-11 lo score dei vincenti a fine secondo set, a conferma che nel bene e nel male il gioco lo ha fatto Petra Kvitova. Yulia Putintseva ha interpretato piuttosto bene, per quel che ha potuto, il proprio ruolo di giocatrice difensiva. Petra Kvitova ha rischiato grosso nel terzo set: subito in vantaggio di un break, con un doppio fallo si è fatta raggiungere e sempre con un doppio fallo, nel sesto game ha ceduto il proprio turno in battuta che ha spedito Yulia Putintseva 4-2 e servizio. Controbreak ceco immediato e sorpasso decisivo nel nono gioco con il break che per Petra Kvitova è valso il 5-4 e turno in battuta per chiudere. E’ accaduto di tutto: diciottesimo doppio fallo sul match point, due palle break salvate e alla seconda opportunità la tennista ceca ce l’ha fatta a vincere un match maratona di tre ore e 18 minuti.

FUORI KONTA E STRYCOVA, PASSA VANDEWEGHE – Una sempre più irriconoscibile Johanna Konta cede a Marketa Vondrousova. Vittoria in due set per la tennista ceca, 18 anni e numero 54 Wta. La britannica ha sprecato tutte le opportunità avute nel match. Sotto 3-0 con doppio break nel primo parziale, Johanna Konta è riuscita a recuperare e a operare il sorpasso sul 5-4. Marketa Vondrousova ha servito per rimanere nel parziale e ha salvato tre set point. Primo set poi portato a casa dalla ceca al tie-break. Nel secondo parziale, Johanna Konta è stata in vantaggio 4-2, ma a quel punto è partita la progressione della Vondrousova che ha infilato 4 giochi consecutivi e eliminato la testa di serie numero 11 del torneo.

Altra testa di serie (la numero 25) che saluta il torneo è Barbora Strycova. La ceca è stata sconfitta in due set da Petra Martic. Barbora Strycova nel primo parziale, quando era avanti 5-4 e servizio, non ha sfruttato 2 set point. Parziale che poi è finito nelle mani della tennista croata, che ha completato l’opera con il 6-4 del secondo set. Coco Vandeweghe in due set su Kaia Kanepi. Match dai due volti. Primo set durato appena 20 minuti con bagel dell’americana e la Kanepi che ha messo a segno appena 7 punti. Nel secondo parziale l’estone, seppure fasciatissima e con qualche difficoltà negli spostamenti laterali, ha giocato alla pari. Parziale senza break (con tre palle break salvate da entrambe) che come giusta conclusione ha avuto il tie break. Coco Vandeweghe si è complicata la vita, vanificando un vantaggio nel jeu décisif di 5-2, ma ha chiuso 8-6 dopo un’ora e 25 minuti di gioco.

ELIMINATE KUZNETSOVA, MERTENS E RADWANSKA, OK MLADENOVIC – Rientrare dopo un grave infortunio e una lunga assenza dal circuito non è mai semplice Svetlana Kuznetsova, finalista lo scorso anno nel torneo californiano, ha fatto i conti con la mancanza di partite giocate. Basti ricordare che l’ultimo match ufficiale la tennista russa lo ha disputato a Pechino, dopo una estate di sofferenze al polso sinistro che le impediva di giocare il rovescio a due mani. La numero 18 del mondo si è sottoposta a un intervento chirurgico e i tempi di riabilitazione non sono stati brevi. Oggi lo stato di forma non poteva essere come quello di 12 mesi fa e la Kutznetsova è stata sconfitta in due set da Aryna Sabalenka in un’ora e 13 minuti di gioco. Dopo Timea Bacsinszky, giocatrice che come la Kuznetsova è reduce da un serio infortunio con parecchi tornei saltati, Qiang Wang elimina la testa di serie numero 22, Elise Mertens. Vinto il primo parziale, la belga è letteralmente crollata a conferma di un periodo non particolarmente felice che sta invertendo l’ottima tendenza di inizio stagione: vittoria al torneo di Hobart e semifinale agli Australian Open. Al terzo turno, la tennista cinese affronterà Kiki Mladenovic che ha avuto la meglio in due set, senza particolari problemi, su Samantha Stosur. Crisi senza fine per Agnieszka Radwanska che ha raccolto le briciole, appena 5 giochi, nel match che l’ha opposta a Naomi Osaka. La tennista giapponese, che al primo turno ha eliminato Maria Sharapova, ha dilagato. Troppo veloci e pesanti per l’attuale Aga i colpi della nipponica.

Risultati:

Q. Wang b [22] E. Mertens 4-6 6-3 6-3

[14] K. Mladenovic b S. Stosur 7-5 7-5

M. Vondrousova b [11] J. Konta 7-6 (5) 6-4

A. Sabalenka b [19] S. Kutznetsova 6-4 6-3

N. Osaka b [31] A. Radwanska 6-3 6-2

[9] P. Kvitova b Y. Putintseva 6-7 (4) 7-6 (3) 6-4

P. Martic b [25] B. Strycova 7-5 6-4

[17] C. Vandeweghe b K. Kanepi 6-0 7-6 (6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy