Wta Indian Wells: trionfa Naomi Osaka

Wta Indian Wells: trionfa Naomi Osaka

Naomi Osaka batte in due set Daria Kasatkina e si aggiudica il Premier Mandatory di Indian Wells, il primo titolo in carriera. La svolta del match a metà primo set: Daria Kasatkina si è vista annullare una palla break con un ace ed è letteralmente sparita dal campo. Gratuiti su gratuiti della russa, mentre Naomi Osaka è salita in cattedra e ha dilagato.

di Monica Tola

Primo titolo in carriera per Naomi Osaka. La tennista nipponica centra la prima affermazione in grande stile, con il Premier Mandatory di Indian Wells. Finale senza storia contro Daria Kasatkina che è crollata dal 3-3 del primo set dopo aver mancato una palla break per il 4-3 e servizio. Naomi Osaka succede nell’albo d’oro a Elena Vesnina e la prossima settimana sarà numero 22 del mondo (aveva iniziato il torneo da numero 44). Daria Kasatkina sale in undicesima posizione.

PRIMO SET – Daria Kasatkina ha perso un set che era partito benissimo. Naomi Osaka è scesa in campo contratta, stato d’animo normalissimo per una ventenne che alla prima finale in un Premier Mandatory parte sulla carta sfavorita, e ha fatto fatica a prendere le misure del campo. Break russo in apertura, restituito immediatamente dalla Kasatkina che non ha approfittato dello sbandamento dell’avversaria. La nipponica si è sbloccata ben presto ed è iniziata una battaglia nella quale la tennista di Togliatti ha applicato i suoi schemi di gioco: variare velocità e altezza dei colpi carichi di rotazione per non dare ritmo alla nipponica. Naomi Osaka si è difesa benissimo e quando Daria Kasatkina ha accorciato è stata sistematicamente punita. C’è un momento preciso nel quale il match ha preso una svolta definita: nel settimo gioco, sul 3-3, Daria Kasatkina ha avuto a disposizione una palla break. Naomi Osaka l’ha cancellata con un ace e la russa ha iniziato a sbagliare tutto. Tre errori consecutivi di dritto consegnano di fatto il break decisivo a Naomi Osaka: 5-3 e servizio per la tennista giapponese. Chiudere per la numero 44 del mondo su una tramortita Daria Kasatkina, che continua a sparacchiare fuori di dritto, è una formalità. 6-3 in 39 minuti.

SECONDO SET – Quella palla break mancata nel settimo gioco del primo set è rimasta nella mente di Daria Kasatkina. Naomi Osaka, invece, diventa sempre più sicura e ordinata. Letale con il rovescio, ma senza prendere particolari rischi. La nipponica al servizio concede le briciole. Daria Kasatkina, al contrario, pasticcia. In pochissimo la russa è sotto 4-1 con doppio break. Il primo concesso nel primo gioco con un doppio fallo, il secondo nel quinto game dopo una serie di errori tattici come una palla corta del tutto velleitaria per liberarsi dello scambio. Non c’è più partita, solo un miracolo tennistico può salvare Daria Kasatkina dal baratro. Ma le sorti della partita non cambiano: la russa continua a sbagliare e non tenere un dritto in campo, mentre la giapponese dilaga e, sul 5-2, si appresta a servire per il titolo. E’ il trionfo di Naomi Osaka, che mette la parola fine al match e al torneo dopo un’ora e 10 minuti di gioco.

Risultato:

N. Osaka b [20] D. Kasatkina 6-3 6-2

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Gabriella Cappelli - 1 mese fa
    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Umberto Hvalic - 1 mese fa

    brava, brava, brava, mai fuori dalle righe, rispettosa di tutto e di tutti durante il gioco, ha dimostrato che si puo’ giocare divinamente a tennis senza il grunting, e di questo non posso dirle che grazie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Fabrizio Bassani - 1 mese fa

    Era il suo torneo…Settimana di Grazia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Alberta Percivale - 1 mese fa

    Complimenti !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Teresa Albertella - 1 mese fa

    Bravissima

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy