Wta Istanbul: un’ottima Errani si arrende a Caroline Wozniacki

Wta Istanbul: un’ottima Errani si arrende a Caroline Wozniacki

Prestazione maiuscola di Sara Errani, che mette alle corde la numero 2 al mondo, Caroline Wozniacki, vincendo il primo set e facendo partita pari per buona parte del match. Dopo due ore e mezza, però, a spuntarla è la danese, che si impone in tre set.

di Antonio Sepe

WOZNIACKI AVANTI- Nonostante una prestazione più che positiva, Sara Errani si arrende in tre set a Caroline Wozniacki ed abbandona il torneo di Istanbul. Nel match odierno, molto combattuto e pieno di spettacolo, la Errani è partita meglio, ottenendo il break ed andando a servire per il set; dopo aver mancato due set point, permettendo quindi alla sua avversaria di rimontare fino al 5 pari, la tennista romagnola ha mantenuto alta la concentrazione e si è conquistata un’altra chance, chiudendo poi 7-5. Nel secondo parziale, invece, la danese è scappata avanti 4-0 e Sarita ha potuto fare davvero poco per riaddrizzare un set ormai già condizionato. Wozniacki ha quindi chiuso 6-3 e, nella frazione di gioco finale, la musica non è cambiata in quanto la danese ha piazzato il break in apertura ed ha potuto gestire al meglio in vantaggio, controllando quasi sempre lo scambio ed imponendosi in tre set dopo circa due ore e mezza di gioco. 

ALTRI MATCH- Nei restanti incontri, dominio di Sakkari, che lascia appena quattro games ad Alessandra Krunic, mentre riesce a fare ancora meglio Donna Vekic, che ne concede tre alla Tomljanovic. Sfortunata la Bondarenko, costretta al ritiro dopo aver perso il primo set contro la Hercog, ed infine partita assurda quella tra Rus e Kovinic, con la prima, che dopo aver perso il parziale d’apertura, ha messo a segno un parziale di 12 games a 2 che l’hanno portata alla vittoria.

Wta Istanbul – Secondo turno

Wozniacki d Errani 57 63 63

Sakkari d Krunic 63 61

Hercog d Bondarenko 62 11 ritiro

Vekic d Tomljanovic 61 62

Rus d Kovinic 26 62 60

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy