Wta Linz: Anastasia Pavlyuchenkova spegne i sogni di Anna-Lena Friedsam; ottavo titolo per lei

Wta Linz: Anastasia Pavlyuchenkova spegne i sogni di Anna-Lena Friedsam; ottavo titolo per lei

Anastasia Pavlyuchenkova è la nuova regina di Linz succedendo nell’albo d’oro a Karolina Pliskova. Lo fa battendo in finale la rivelazione del torneo Anna-Lena Friedsam, sicuramente brava ad approfittare dell’uscita di scena della big. Per la russa si tratta dell’ottavo sigillo in carriera, il primo in una stagione di luci ed ombre.

Anastasia Pavlyuchenkova spegne i sogni di Anna-Lena Friedsam alla prima finale nel circuito maggiore, aggiudicandosi il trofeo più pesante nel torneo International di Linz e succedendo nell’albo d’oro a Karolina Pliskova.  Lo fa imponendosi nella finale piuttosto comodamente (6-4 6-3), nonostante un piccolo fastidio alla gamba sinistra,  con il pallino del gioco in mano e servendo anche bene, in un torneo che per le condizioni indoor si adatta alla grande alla sua tipologia di gioco. Dall’altra parte della rete una tedesca in difficoltà soprattutto con il dritto a causa della pesantezza di palla della sua avversaria, nota certamente per l’attitudine a comandare gli scambi.

Grande gioia per la tennista di Samara, che mette il sigillo sull’ottavo alloro in carriera, il primo dall’ottobre dello scorso anno quando si impose nella Kremlin Cup di fronte al suo pubblico. Per la russa, apparsa in grande condizione già dal torneo di Pechino dove si spinse fino ai quarti eliminando anche la nostro Flavia Pennetta, si tratta del sesto titolo a livello International, in un torneo in cui ha saputo approfittare alla grande dell’uscita di scena della testa di serie n.2 Caroline Wozniacki e di Lucie Safarova, la favorita del tabellone. Una menzione speciale la merita anche la 21enne di Neuwied, che da domani grazie alla prima finale in carriera, guadagnerà 24 posizioni portandosi al numero 95 delle classifiche.

CRONACA

12088060_1094568020573925_2947678723825517306_n

1° SET: si parte subito con un break a 30 in favore della n.7 del seeding, il break che di fatto decide la prima frazione. Troppo solida la russa, che in tutta la frazione non offre neanche una palla break alla sua avversaria, tenendo piuttosto agevolmente i suoi turni di servizio ad accezione dell’ottavo gioco, il più combattuto della prima partita. Alla quarta occasione utile la russa approfittando di una risposta out della sua avversaria si porta sul 5-3, aggiudicandosi il set al primo set point.

2°SET: a scappare via è a sorpresa la teutonica, che alla prima palla break del match, si porta sul 2-0. Il vantaggio però  dura pochissimo perchè non sfrutta una palla per il 3-0 commettendo doppio fallo, e perdendo così il game di battuta. La russa non ci pensa due volte, ritrova la precisione nei suoi colpi e mette in fila 4 giochi di fila, impattando sul 4-2 grazie ad un ace al centro. La Friedsam prova a restare in scia annullando una palla break e portandosi sul 3-4, ma non può evitare che la sua avversaria conquisti il quinto game della frazione, avvicinandosi sempre più al successo. Successo che arriva poco dopo quando la russa mette a segno l’ennesimo vincente di dritto del suo match.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy