Wta Madrid: Halep e Wozniacki dilagano. Avanzano Azarenka e Sharapova. Out Osaka

Wta Madrid: Halep e Wozniacki dilagano. Avanzano Azarenka e Sharapova. Out Osaka

Dominio di Simona Halep su Ekaterina Makarova. Facile affermazione per Caroline Wozniacki su Daria Gavrilova. Buona la prima anche per Vika Azarenka e Maria Sharapova. Avanzano Sevastova e Suarez Navarro. Shuai Zhang elimina Naomi Osaka.

di Monica Tola

DOMINIO PER HALEP E WOZNIACKI – Simona Halep inizia nel migliore dei modi la corsa verso la difesa del titolo conquistato a Madrid lo scorso anno. Match senza storia contro Ekaterina Makarova: 6-1, 6-0 in 52 minuti. Poco più di un allenamento per la numero 1 del mondo, che è stata di un’altra categoria rispetto alla tennista russa. Unico segnale di presenza nella partita della Makarova, il terzo gioco del primo set. Simona Halep era già avanti 2-0 e la russa ha piazzato il controbreak infilando due risposte vincenti e sorprendendo la rumena con una splendida palla corta. Ekaterina Makarova, disastrosa al servizio e impotente quando gli scambi si sono allungati: per tentare di uscire dal pressing di Simona Halep ha forzato ogni colpo, sperando nel vincente. Invece sono arrivati gratuti a valanga: ben 30 unforced della russa, su 13 giochi disputati. Un 6-3, 6-1 che riassume la supremazia di Caroline Wozniacki su Daria Gavrilova. Ha vinto la concretezza e la regolarità della tennista di Odense, sul gioco a corrente alternata della russa naturalizzata australiana. Giusto un esempio di quanto, e non è una novità, Daria Gavrilova sia capace di compromettere un set, in questo caso il primo: nell’ottavo gioco, sul 4-3 per la Danese, Daria Gavrilova ha commesso due doppi falli consecutivi che, sommati a due gratuiti, hanno consegnato il break per il 5-3 e servizio Wozniacki. La numero 2 del mondo, ovviamente, non ha fallito. Così come, nel secondo parziale, la danese non ha sbagliato quando si è trattato di vincere  i punti che contavano: 3 palle break annullate nel quarto game, 2 nel sesto gioco-fiume durato quasi 10 minuti che è valso per Caroline Wozniacki il 5-1 e servizio. La danese ha chiuso nel game successivo. Per Daria Gavrilova, ennesima partita con più ombre che luci. Inutile aggiudicarsi diversi scambi prolungati e mettere in difficoltà una maratoneta come Caroline Wozniacki (che qualcosa ha concesso, specie in fase di chiusura), per raccogliere alla fine appena 4 giochi.

OK AZARENKA E SHARAPOVA – Buona la prima per Vika Azarenka. La bielorussa, con una prova di supremazia tecnica e caratteriale, ha superato in due set la serba Aleksandra Krunic. Un’ora e 21 minuti per un doppio 6-3, che la bielorussa si è guadagnata con pazienza e mostrando sprazzi di ottimo gioco. Nel primo parziale, Victoria Azarenka si è trovata sotto di un break, consegnato alla serba con due doppi falli. La reazione di Vika non si è fatta attendere: la bielorussa è salita in cattedra travolgendo Aleksandra Krunic con una miriade di vincenti di rovescio incrociato. La bielorussa ha guadagnato progressivamente campo e ha tolto il tempo alla venticinquenne di Belgrado. Dal 2-2, momento in cui Victoria Azarenka ha centrato il controbreak (con estrema freddezza, nel quarto gioco fiume durato quasi 10 minuti e all’ottava palla break), score bielorusso di 4 games a 1 e 6-3 finale. Secondo parziale più pasticciato, con Victoria Azarenka che ha comunque giocato meglio rispetto all’avversaria. La ex numero 1 del mondo ha gestito senza particolari probemi i momenti in cui i gratuiti sono aumentati (da parte di entrambe) e, nonostante abbia vanificato il vantaggio di un break, di break è andata a prendersene un altro nel settimo gioco. Quello del 4-3 e servizio che ha coinciso con la resa di Aleksandra Krunic.

Maria Sharapova in due set su Mihaela Buzarnescu. Reduce dalla finale del Wta International di Praga, giocata e persa ieri da Petra Kvitova, la tennista rumena è stata in partita per un set. Il primo parziale che Maria Sharapova ha rischiato di complicare, quando dal 5-2 ha alternato una serie di vincenti e gratuiti. Al servizio per chiudere, la siberiana non ha sfruttato due set point e ha visto l’avversaria avvicinarsi pericolosamente fino al 5-4. Mihaela Buzarnescu in battuta per rimanere nel parziale e, soprattutto, per agganciare sul 5-5 e togliere qualche certezza a Masha è invece crollata colpo dopo colpo. Altri tre set point salvati, prima di soccombere al quarto e 6-4 Sharapova. Senza storia la seconda frazione.

LE ALTRE PARTITE – Samantha Stosur in tre set su Anastasia Pavlyuchenkova. All’astraliana il match tra due giocatrici in crisi di risultati che nelle ultime settimane hanno dato qualche segnale di ripresa. Combattute anche le vittorie di Sorana Cirstea su Katerina Siniakova e Monica Puig sulla kazaka Zarina Diyas. Nel derby tra qualificate, affermazione in tre set per Bernarda Pera su Aryna Sabalenka. Anastasija Sevastova ha faticato più del previsto per imporsi sulla qualificata Anna Karolina Schmiedlova, tennista slovacca numero 86 Wta. Tre set, due ore e sei minuti di gioco, con la lettone che è riuscita a sbrogliare la matassa con il break conquistato nell’ottavo gioco del terzo set. 5-3 e servizio per la numero 16 del mondo, che ha staccato il pass per il secondo turno al secondo match point. Netta affermazione di Carla Suarez Navarro su Barbora Strycova. Doppio 6-3 per la spagnola e infinito momento negativo per la tennista della Repubblica Ceca. Saluta immediatamente il torneo Naomi Osaka, battuta in due set da Shuai Zhang, numero 31 Wta. La prima frazione è stata ipotecata ben presto dalla cinese, che ha lasciato per strada un solo game. Naomi Osaka, non ha sfruttato nel secondo set un break di vantaggio e, anzi, dal 3-2 e servizio (colpo che oggi non ha fruttato punti immediati che evitassero alla nipponica gli scambi lunghi), si è trovata sotto 3-5 e battuta per Shuai Zang. Naomi Osaka ha tentato di ribaltare le sorti della partita, ma la rimonta si è fermata sul 5-5. A seguire due giochi firmati dalla cinese e secondo turno centrato.

Risultati:

[1] S. Halep b E. Makarova 6-1 6-0

S. Stosur b A. Pavlyuchenkova 6-1 6-7 (2) 6-3

S. Cirstea b K. Siniakova 6-4 2-6 6-4

[WC] M. Puig b Z. Diyas 6-4 2-6 6-2

[2] C. Wozniacki b D. Gavrilova 6-3 6-1

[Q] B. Pera b [Q] A. Sabalenka 6-4 2-6 6-3

C. Suarez Navarro b B. Strycova 6-3 6-3

[15] A. Sevastova b [Q] A. Schmiedlova 6-3 4-6 6-3

V. Azarenka b A. Krunic 6-3 6-3

M. Sharapova b M. Buzarnescu 6-4 6-1

S. Zhang b N. Osaka 6-1 7-5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy